DA ZERO A DIECI: il sosia di Merino e la prima gioia di Russo

DA ZERO A DIECI: il sosia di Merino e la prima gioia di Russo

La domenica toscana porta in dote alla Nocerina un punto insperato per come si era messa la gara. Nocerina-Pisa può quindi rappresentare un nuovo punto di partenza per la compagine di Auteri…da Zero a Dieci.

 

Zero alla scenetta che vede protagonisti Gaetano Auteri ed il direttore de La Nazione Aldo Gaggini nel dopo partita. Come spesso capita, il carattere fumantino del tecnico rossonero ha avuto il sopravvento. Il momento è quello che è e l’adrenalina post-match è sempre alta, ma sarebbe il caso di non rispondere a provocazioni create ad arte.

 

Uno come il primo gol realizzato in campionato da Nicola Russo, alla quinta presenza con la maglia rossonera. Per lui, titolare solo a Frosinone, sempre impressioni positive destate negli spezzoni di gara finora a disposizione. Evacuo, dopo aver beneficiato del suo assist per il gol del 3-2 a Catanzaro, ha voluto ricambiare ieri il favore consentendo al giovane attaccante tarantino di trovare la gioia personale.

 

Due, almeno, le volte in cui Gabriele Aldegani, in collaborazione con la difesa, riesce ad impedire la capitolazione di fronte agli attaccanti del Pisa durante il primo tempo. In fin dei conti incolpevole anche in occasione del gol, allorchè una carambola strana premia la deviazione di Buscè. Dopo la difficile domenica di Chieti, un pronto riscatto.

 

Tre come le volte che la Nocerina si affacciata nella metà campo del Pisa nel primo tempo. Al tiro si è arrivati solo una volta con Negro, senza impensierire minimamente il portiere di casa Sepe. I timidi miglioramenti registrati nella ripresa autorizzano almeno a ben sperare.

 

Quattro alla pioggia che incessante continua a caratterizzare tutte le trasferte della Nocerina, rendendo ancor più stremanti i viaggi dei sostenitori rossoneri in tour per l’Italia. Dopo Barletta, Frosinone e Catanzaro anche l’acqua di Pisa ha voluto bagnarne le teste.

 

Cinque alla prestazione dei rossoneri nel complesso. Si chiedeva alla vigilia una squadra più cattiva ed equilibrata rispetto a quella vista con la Paganese sette giorni prima. Si è invece vista, soprattutto nella prima parte, una squadra smarrita e timorosa, inevitabilmente punita dalla rete di Buscè. Per fortuna il gol di Nicola Russo ha evitato una sconfitta che sembrava ormai materializzarsi.

 

Sei come i ruoli occupati in questo inizio di campionato da Alessandro Corapi. L’abbiamo visto praticamente ovunque e la versione trequartista di ieri non è certamente la migliore. Il piccoletto calabrese ci mette abnegazione e tanto impegno, ma è innegabile come per ora non abbia trovato la giusta collocazione in questa Nocerina.

 

Sette ad Antonio Buscè, esterno del Pisa autore del gol del vantaggio dei nerazzurri. A 37 anni suonati imperversa sulla fascia con l’energia di un ragazzino. Il gol, in contrasto con le leggi della fisica, premia la sua prestazione.

 

Otto all’impatto sul match avuto dalla coppia Nicola Russo-Felice Evacuo. Il loro ingresso a metà ripresa è coinciso con il ravvivarsi dell’iniziativa offensiva rossonera. Non è un caso che il gol del pareggio finale sia nato da una combinazione che ha visto protagonisti entrambi.

 

Nove le giornate di campionato ormai trascorse nel girone B di Prima Divisione. La Nocerina, con gli undici punti conquistati, staziona nella parte bassa. Il trend non è sicuramente consono alle attese. Il tempo per recuperare per fortuna non manca, a patto di cambiare registro al più presto. Magari già in occasione delle due gare di fila in casa con Avellino e Viareggio.

 

Dieci all’incredibile somiglianza con Roberto Merino del ragazzotto che sta vestendo la maglia della Nocerina in queste giornate di campionato. Niente da dire sulla somiglianza fisica e magari anche sul tocco di palla. Certo impegno, cattiveria agonistica e impatto sulle gare dell’originale sono tutt’altra cosa.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it