PISA-NOCERINA: diamo i numeri

ASSOCIAZIONE CALCIO PISA 1909

 

Il Pisa ha partecipato a 13 campionati di 1° livello/Serie A, 34 di 2° livello/Serie B, 34 di 3° livello e 6 di 4° livello. Nella sua storia ha partecipato solo a 2 campionati dilettantistici di 5° livello. E’ al 3° campionato consecutivo in Prima Divisione, grazie ad un ripescaggio al termine della stagione 2009/10 (ne usufruì anche la Nocerina) che trasformò la vittoria del campionato di Serie D in promozione in Prima Divisione (cosiddetto doppio salto). Nella sua storia ultracentenaria ha raggiunto l’apice nel 1921 con la finalissima di 1° livello vinta dalla Pro Vercelli che si aggiudicò il suo 6° scudetto. Espone in bacheca 2 Mitropa Cup e una Coppa Italia Serie C.

 

La divisa casalinga è composta dalla classica maglietta a strisce verticali nero-azzurre, pantaloncino nero e calzettoni azzurri. I colori sociali sono il nero-azzurro, il simbolo è uno scudo rosso con croce bianca sovrastato da una torre stilizzata azzurra e nera. Calcisticamente i Pisani sono i Rossocrociati o Neroazzurri.

 

Pisa è capoluogo di provincia e conta 88.000 abitanti. La tifoseria è gemellata con quella del Viareggio e della Carrarese mentre non vi sono rivalità nel nostro girone. E’ una delle tifoserie più passionali e presenti a tutti i livelli, dalla D alla A.


ASG NOCERINA

 

La Nocerina non ha mai segnato nel primo tempo di gioco! Ma non siamo soli…nel panorama calcistico professionistico italiano, dalla Serie A alla Seconda Divisione c’è anche la Carrarese che non ha ancora segnato un gol nel primo tempo. Direi che non siamo in buona compagnia.

I 10 gol segnati dalla Nocerina, tutti nel secondo tempo, sono così concentrati: 4 nel primo quarto d’ora e 5 nell’ultimo quarto d’ora, uno solo nella parte centrale del tempo. I gol subiti dalla Nocerina, 11, sono equamente divisi: 6 nel primo tempo e 5 nel secondo tempo. Di questi, 5 gol sono stati subiti nella prima mezz’ora di gioco e 3 nell’ultimo quarto d’ora. I rimanenti 3 sono equamente divisi a cadenza di un gol ogni 15 minuti.

 

Il Pisa invece ha segnato 16 gol: 5 nel primo tempo e 11 nel secondo. Più o meno sono equamente distribuiti in tutto l’arco della gara con una media di 2/3 gol ogni frazione di 15 minuti, ad eccezione il periodo fra il 16° e il 30° minuto del primo tempo quando non ha mai  segnato. Il picco è nell’ultimo quarto d’ora di gioco: ben 6 gol segnati! Ha subito 9 gol, 4 nel primo tempo e 5 nel secondo, equamente distribuiti alla media di 1/2 ogni frazione di 15 minuti.

 

Da questi dati si rileva che la Nocerina ha un evidente problema di approccio alla partita nella fase di attacco (nei primi tempi 0 gol fatti e 6 subiti) ai quali riesce a rimediare talvolta nei secondi

tempi per una probabile tenuta fisica e atletica superiore agli avversari e per il cambio di disposizione tattica che “paga” alla distanza (nei secondi tempi 10 gol fatti e 5 subiti).

Anche il Pisa riversa sull’avversario tutto il potenziale d’attacco nei secondi tempi, ma a differenza della Nocerina è competitivo anche nel primo tempo e di solito non è costretto a ribaltare risultati negativi maturati nella prima metà di gara. La Nocerina ha chiuso 4 primi tempi su 8 in svantaggio, riuscendo a recuperare 3 volte su 4 il risultato. Nello stesso arco di 8 gare, il Pisa ha chiuso solo 2 volte in svantaggio la prima frazione recuperando una volta su 2 il risultato nel secondo tempo. Nei primi tempi il Pisa ha segnato 5 gol subendone 4, nei secondi tempi ha segnato 11 gol subendone 5. Anche per il Pisa vale il discorso di una buona tenuta fisica e atletica che gli permette di dilagare nel finale quando gli avversari perdono lucidità (6 gol fatti e 2 subiti nell’ultimo quarto d’ora di gioco!). Entrambe le squadre si “aprono” nel secondo tempo. La differenza sta nel fatto che la Nocerina subisce per tutta la prima frazione, mentre il Pisa è molto competitivo anche nel primo tempo. Mentre la Nocerina è costretta a giocare per inseguire il risultato (0 gol segnati, primo

tempo mai chiuso in vantaggio), il Pisa solitamente inizia la seconda frazione partendo da un risultato più tranquillo di parità o di vantaggio da consolidare.

 

A.C. PISA 1909 – ASG NOCERINA

 

Le precedenti gare fra Pisa e Nocerina in campionato sono 4: Nocerina-Pisa 4-2 e Pisa-Nocerina 5-1 (Serie B 1947/48) e Pisa-Nocerina 1-1 e Nocerina-Pisa 3-2 (Prima Divisione 2010/11).

 

Nelle ultime 4 gare il Pisa è imbattuto, mentre, sempre nelle ultime 4 partite la Nocerina ha sempre segnato, con gare terminate con minimo 2 gol in totale e la squadra di casa ha sempre segnato.

 

Il Pisa è imbattuto all’Arena Garibaldi e in questa stagione ha sempre segnato in casa in gare ufficiali minimo 2 gol a partita nell’arco dei 90 minuti con il massimo di 4 gol rifilati al Catanzaro in campionato domenica scorsa. In campionato in casa ha sempre subito minimo un gol e massimo 2 (dal Barletta nel pareggio 2-2), nell’unica gara terminata in pareggio a Pisa in gare ufficiali di questa stagione (6 vittorie e un pareggio). In campionato in casa il Pisa ha sempre fatto registrare una somma gol totale di 4-5 gol! In generale, in questa stagione, fra campionato e coppe, solo la Paganese è riuscita a bloccare l’attacco del Pisa nell’unica partita a reti bianche (Paganese-Pisa 0-0). Paganese-Pisa è anche l’unica partita di campionato nella quale la difesa del Pisa non ha subito gol.

 

Il Pisa, insieme con Frosinone, Latina, Avellino e Viareggio è la squadra meno battuta del torneo (solo una sconfitta, Gubbio-Pisa 2-1, che è anche l’unica sconfitta stagionale comprese le coppe nei 90 minuti regolamentari). Detiene il miglior attacco del girone con 16 reti all’attivo (delle quali 4 su rigore) e la miglior differenza reti (+7).

 

Come già accennato è imbattuto in casa (Frosinone, Gubbio, Viareggio, Paganese, Latina e Avellino condividono l’imbattibilità casalinga). Ha il miglior attacco casalingo con 12 reti segnate e la miglior differenza reti casalinga (+7).

 

La Nocerina fuori casa ha il maggior numero di pareggi (3) ed è l’unica squadra imbattuta.

 

Nel nostro girone solo 2 squadre hanno fatto più punti del Pisa, mentre solo 5 squadre hanno fatto meno punti della Nocerina.

 

L’età media dei calciatori della rosa del Pisa è di 24 anni (Nocerina 25 anni), ed è al 6° posto nel girone per valore di mercato globale e medio (Nocerina 2° posto). In media ciascun calciatore della Nocerina “vale” 40.000 euro in più di ciascun calciatore del Pisa e l’intera rosa della Nocerina “vale” 1.400.000 euro in più di quella del Pisa.

 

I pezzi pregiati del Pisa sono i difensori Benedetti e Suagher, i centrocampisti Favasuli e Rizzo e l’attaccante Scappini.

 

A giudicare dai numeri il Pisa dall’attacco molto propenso al gol dovrebbe avere vita facile contro la Nocerina che finora esprime un calcio mediocre per la categoria: in fase difensiva dove concede molto spazio agli attaccanti avversari, con la macchinosa e sterile manovra di centrocampo e in fase di attacco abbastanza prevedibile e facile da disinnescare. Tuttavia il Pisa è una squadra che gioca e lascia giocare, non si arrocca in difesa in attesa dell’errore avversario per ripartire in velocità come solitamente usano fare contro di noi. Il calcio di Pane è molto dinamico e aperto e per forza di cose ci costringerà ad essere più essenziali, lo sterile tic-tac del possesso palla non sarà possibile metterlo in scena a Pisa. Credo che il Pisa voglia prendere da subito il pallino del gioco aprendo anche per noi qualche spazio per le ripartenze veloci. Non a caso il Pisa ha sempre subito gol in campionato (tranne un solo 0-0). Se poi guardiamo l’organico delle due squadre la Nocerina dai nomi altisonanti non dovrebbe uscire dall’Arena Garibaldi a mani vuote.

 

Per l’accurato lavoro statistico si ringrazia Strombidur, utente del forum di ForzaNocerina.it

 

redazione ForzaNocerina.it