A VOLTE RITORNANO … Calà Campana

A VOLTE RITORNANO … Calà Campana

Un debutto da giovanissimo in Serie B, tanta gavetta collezionata tra Serie C1 e Serie C2 e più di cento presenze tra i professionisti. Statistiche importanti quelle di Calà Campana prima dell’approdo alla Nocerina nella stagione 2008/2009, quella che, dopo un travagliato torneo di Serie D, avrebbe riportato i molossi in Lega Pro attraverso i play-off. L’arrivo del centrocampista siciliano in rossonero fu voluto da Pino Rigoli, chiamato su una panchina che aveva già visto alternarsi, nel giro di pochi mesi, i vari Ussia, Pastore e Giugno. Cresciuto nel Catania, dopo l’esordio in C2 da diciottenne Calà Campana era passato alla Salernitana in B e poi aveva collezionato esperienze importanti in C1 con le maglie di Paternò, Teramo, Lanciano, Padova e Juve Stabia. Ma in rossonero l’esperto centrocampista di Bronte collezionò solamente tre presenze, contro Francavilla in Sinni, Ischia e Gelbison, rimanendo in organico fino alla sfortunata trasferta di Bacoli senza mai lasciare il segno. Dopo quella partita, seguita dalla furente contestazione del pubblico, vi fu l’addio del presidente De Marinis, saltò Rigoli e con lui andarono via quasi tutti i calciatori voluti dal tecnico siciliano e tra gli epurati finì anche Calà Campana.

Pochi mesi dopo le strade della Nocerina e del centrocampista siciliano si incrociarono nuovamente, questa  volta in Seconda Divisione; l’esterno catanese, infatti, passò in Estate alla Colligiana, formazione inserita nello stesso raggruppamento dei molossi. Giocò entrambi i match contro i molossi: a Colle val d’Elsa fu pareggio, al San Francesco si imposero i rossoneri di misura. Quello con la Colligiana fu l’ultimo campionato tra i professionisti disputato da Calà Campana, concluso tra l’altro con un’amara retrocessione ed il fallimento dei toscani: nell’Estate 2011 arrivò il passaggio all’Acireale, formazione di Serie D con cui Calà Campana conquistò una faticosa salvezza. Il resto è storia recente: nella passata stagione il centrocampista ex rossonero ha vestito la maglia del Sulmona, quest’anno indossa quella della Castelnuovese, formazione toscana di eccellenza che sta provando a contendere la promozione in Serie D a formazioni quotate come il Figline ed il San Giovanni Val d’Arno.

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it