CASO DERBY: La Nocerina prepara la difesa

La Nocerina prepara la sua difesa: attraverso il lavoro di Pino Iodice, presidente del Comitato di Vigilanza sul Codice Etico, la società rossonera sta cercando di chiarire la sua posizione sui fatti del derby di Salerno. In questi giorni l’ex segretario rossonero, accompagnato dall’avvocato Sabetta, ha sentito tutti i calciatori, lo staff tecnico, lo staff medico ed i dirigenti presenti quel giorno all’Hotel Park di San Severino ed all’Arechi di Salerno, concludendo ieri il suo lavoro cominciato una settimana fa: redatte ed autenticate le dichiarazioni di tutti i tesserati che saranno inviate alla Procura Federale incaricata di condurre l’indagine in ambito sportivo dopo le determinazioni del Giudice Sportivo di Lega Pro.

Toccherà poi agli organi di giustizia sportiva delineare quale sarà l’infrazione contestata ai molossi, decidere se la Nocerina sarà chiamata in causa per illecito sportivo con responsabilità oggettiva, meno grave, o per responsabilità diretta, che potrebbe portare anche all’esclusione dalla categoria di competenza; non è ancora da escludere l’ipotesi che ai molossi venga contestata la sola violazione dell’art 1 del Codice di Giustizia Sportivo, quello relativo alla lealtà, con conseguenze ancor meno gravi che non dovrebbero eccedere l’ammenda e la squalifica del San Francesco. Ci vorranno, però, almeno trenta giorni per arrivare ai deferimenti, considerando che il lavoro della Procura è appena all’inizio.

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it