DERBY, patron Trapani: “Non mi aspettavo questa decisione”

DERBY, patron Trapani: "Non mi aspettavo questa decisione"

Non ci sta il presidente della Paganese Raffaele Trapani, dopo la decisione del Casms di far rigiocare il derby Paganese-Nocerina, in programma il 1 dicembre, di nuovo a porte chiuse e campo neutro esattamente come l’anno scorso. Attraverso le colonne del quotidiano La Città commenta: “Ora è il momento di capire, voglio parlare con i vertici della Legapro e sapere come dobbiamo comportarci, perché queste decisioni rappresentano davvero la fine del calcio“.

Il presidente azzurrostellato punta il dito in modo particolare verso i vertici della Lega Pro rei di aver messo insieme le tre salernitane: “Voglio sapere, e me lo devono spiegare una volta e per sempre , nonostante i miei solleciti a Macalli l’anno scorso, perché ci hanno riuniti tutti – Salernitana, Nocerina e Paganese – nello stesso girone? Ci creano soltanto danni d’immagine ed economici. Ora riprepariamo un’altra trasferta, chissà in quale posto dimenticato da Dio ci manderanno. Dovevamo giocare in casa così come fu anche per la Nocerina l’anno scorso: questa è una situazione drammatica per il calcio“.

La decisione di chiudere di nuovo le porte ai tifosi ha suscitato ancora sconcerto tra le società che alla fine dei conti pagano più di tutti per questi divieti.

Giuseppe Benevento, ForzaNocerina.it