GAETANO FONTANA: “Nocerina reagisci!”

GAETANO FONTANA: “Nocerina reagisci!”

Si torna in campo, si torna a giocare. La Nocerina lo farà domani pomeriggio al Mannucci di Pontedera ed il tecnico Fontana spera in uno scatto d’orgoglio dei suoi ragazzi: “entreremo in campo consapevoli che tutto quello che accade attorno ad una squadra fa parte del suo processo di crescita,” esordisce l’allenatore molosso, “nessuno voleva ritrovarsi nella situazione che abbiamo vissuto ma dovremo utilizzarla per crescere umanamente; in questi giorni sono stato un martello, ho cercato di far capire ai ragazzi che queste cose possono accadere ma bisogna venirne fuori, sono curioso di vedere la reazione della squadra dopo tutto quello che ci è venuto addosso.” Dopo la sfida dell’Arechi sembrava certo il suo addio: “prima di Salerno mi sembrava di vivere in un’oasi di pace, di essere in un club inglese, con applausi nonostante le sconfitte e riconferma da parte della società a dispetto della serie negativa,” racconta Fontana, “dopo i fatti del derby avevo rassegnato le dimissioni ma poi ho deciso di non abbandonare la barca in un momento così delicato: c’è tanto di buono in questa terra, invito chi la pensa negativamente a vivere qui.”

E finalmente si è tornati a parlare di calcio: “quello che mi premeva di più in questo periodo era la salute mentale dai ragazzi,” spiega il tecnico, “da un paio di settimane sto cercando di parlare solamente del campo, chiedendo a tutti di mettersi a disposizione; solo chi è pronto sarà della partita domani.” Ma le scelte sembrano quasi obblicate: “per circostanze avverse saremo costretti a cambiare qualche ruolo e qualche posizione,” ammette l’allenatore rossonero, “avremo fuori Remedi per un fastidio al collaterale e Palma per il problema accusato in nazionale: incidenti del genere possono capitare, chi giocherà al loro posto non li farà rimpiangere; Cristofari ha sicuramente caratteristiche diverse rispetto a Palma, è ancora alla ricerca della sua identità e deve capire lui stesso il motivo per cui si è bloccato in questo avvio di stagione, spero in una sua buona prestazione.” E di fronte ci sarà un avversario tosto: “mi aspetto una Paganese rognosa e motivata,” conclude Fontana, “dopo la batosta interna contro il Perugia la squadra si è riorganizzata ed ha strappato un punto a Grosseto; è una squadra giovane che lavora molto dietro la linea della palla, inducendo l’avversario all’errore per poi ripartire: speriamo di intuire i loro punti deboli e sfruttarli.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it