GIRONE B: dopo venticinque anni torna Salernitana-Nocerina, match da primato tra Benevento e Pisa

GIRONE B: dopo venticinque anni torna Salernitana-Nocerina, match da primato tra Benevento e Pisa

Il prossimo week-end del girone B di Lega Pro si preannuncia caldissimo. Il quadro delle sfide, infatti, risulta davvero avvincente e tra queste, ci sono alcuni match che saranno decisivi. Tutti gli occhi sono puntati sul derby campano tra Salernitana e Nocerina, che si ritorna a giocare dopo più di due decenni. Sfida delicatissima tra Perugia e L’Aquila, che ha già il sapore di uno scontro diretto. Benevento-Pisa la partita più affascinante, mentre il Lecce va a giocarsi le ultime chance per rientrare in corsa promozione in casa del Pontedera capolista. Il Frosinone è impegnato nell’ostica trasferta con il Prato, il Viareggio cerca la riscossa contro l’Ascoli. A completare il quadro domenicale ci sono Gubbio-Barletta e Grosseto-Catanzaro.

NOCERINA PRONTA A DARE UNA PROVA D’ORGOGLIO, L’AQUILA NON VUOLE SMETTERE DI VOLARE. Come citato prima, è da più di vent’anni che Salernitana e Nocerina non si affrontano. Domenica, purtroppo, per questioni di ordine pubblico, i tifosi rossoneri non potranno accorrere allo Stadio Arechi. Le due squadre stanno vivendo un momento difficile: la Nocerina è reduce da sette sconfitte consecutive ed è ultima in classifica ad un punto, mentre i granata stanno deludendo le aspettative di inizio stagione, e vedono la prima posizione allontanarsi sempre più. I favori del pronostico sono tutti per i padroni di casa, ma la Nocerina non esiterà di certo a offrire una grande prova d’orgoglio. Altro big-match tra Perugia e L’Aquila, squadre che al momento vivono stati d’animo completamente opposti. I Grifoni vengono da uno sterile pareggio in casa del Barletta, mentre L’Aquila non vuole smettere di volare ed è prima in vetta in compagnia del Pontedera. Riposa la Paganese.

IL LECCE PUO’ DARE IL VIA ALLA RINCORSA VERSO I PIANI ALTI DELLA CLASSIFICA, FROSINONE OBBLIGATO A VINCERE PER RESTARE IN ALTO; IL BENEVENTO CERCA LA SVOLTA. Toscani che, invece, dopo un avvio monstre hanno accusato diverse battute d’arresto, inframezzate dal successo risicato con la Nocerina. Adesso però, il Pontedera è atteso da un compito durissimo: affrontare il Lecce di Ferreira Pinto & Co. Dopo l’arrivo di Franco Lerda in panchina, i salentini sembrano resuscitati dopo un inizio di stagione a dir poco catastrofico. Una vittoria di essi in casa della capolista significherebbe rimettere tutto in discussione e forse, dare inizio ad un grande inseguimento verso le zone altissime della classifica. Non vuole smettere di rincorrere neanche il Frosinone che per farlo, ha l’obbligo di fare punti anche in quel di Prato. I biancoblu si sono guadagnati l’etichetta di matricola terribile del campionato e di certo, proveranno a rovinare la festa anche ai ciociari. Attesissimo match al Vigorito tra Benevento e Pisa. Quest’ultimi vengono dal successo ottenuto all’extra-time con l’Ascoli, mentre i giallorossi cercano quella che può essere la svolta ad un campionato fino ad ora piuttosto mediocre. Ci si prospetta una partita divertente, ma anche piena di qualità. D’altronde, sia da una parte che dall’altra, i grandi giocatori non mancano.

IL VIAREGGIO CERCA NUOVAMENTE IL RISCATTO, GUBBIO E GROSSETO VOGLIONO PROSEGUIRE LA LORO STRISCIA POSITIVA. Situazione ben diversa per l’altra toscana del girone, ossia il Viareggio, che sta vivendo un momento di crisi profonda. Nella sfida di dopodomani i versiliani cercheranno il riscatto contro l’Ascoli, anch’esso reduce da risultati negativi, che sono costati l’esonero del suo tecnico Pergolizzi. Il Gubbio vuole continuare la sua mini striscia di vittorie consecutive cercando di battere in casa anche il Barletta. L’impresa non è di quelle più ardue, ma i pugliesi non rinunceranno a battagliare. Anche il Grosseto vuole continuare a vincere. Dopo l’incoraggiante successo in trasferta con la Salernitana infatti, i maremmani hanno finalmente riacquistato quella fiducia che mancava da troppo tempo. Il match, però non è dei più semplici, poiché in terra toscana si presenta il Catanzaro, proveniente dal colpaccio casalingo con il Pontedera.

Domenico Pessolano, ForzaNocerina.it