GIRONE B: L’Aquila tenta la fuga, Paganese-Nocerina nel silenzio di Pontedera

GIRONE B: L’Aquila tenta la fuga, Paganese-Nocerina nel silenzio di Pontedera

Scoppiettante, intensa, avvincente, insomma da vivere tutta d’un fiato la quattordicesima giornata del girone B di Prima Divisione. Ad aprire le danze di questo turno ci sarà L’Aquila-Gubbio, anticipo del venerdì sera, che vedrà contrapposta la neo-capolista agli umbri del tecnico Bucchi. Sfida dal sapore nostalgico, quella dell’altro anticipo, questa volta del sabato pomeriggio, tra la Nocerina, che ritorna in campo dopo tre settimane di stop forzato, e i cugini della Paganese. Scontro play-off, invece, tra Lecce e Grosseto, così come per Catanzaro e Benevento. Il Pisa spodestato dal primato, proverà a riprenderselo in una caldissima sfida contro la Salernitana. Completano il quadro: Ascoli- Prato, Barletta-Pontedera e Viareggio-Perugia. Intanto, il Frosinone di Stellone usufruirà del canonico turno di riposo.

L’AQUILA PER IL PRIMATO, NOCERINA A CACCIA DELLA PRIMA VITTORIA. Tutta l’attenzione delle avversarie alla lotta per il primo posto sarà incentrata sul primo anticipo tra L’Aquila e Gubbio, che potrebbe proiettare gli abruzzesi in un ipotetico allungo sulle immediate inseguitrici. Partita non facile per i falchetti, che si ritroveranno di fronte una formazione, quella rossoblu, ad appena sei lunghezze di distanza dal nono posto, utile per accede alla post-season. Se ne vedranno delle belle, così come in Paganese-Nocerina. Derby sentitissimo da ambo le parti, quello che andrà in scena al “Mannucci” di Pontedera, a porte chiuse e campo neutro, per motivi di ordine pubblico, con i rossoneri di Fontana più che mai alla ricerca della prima vittoria stagionale, dopo una serie interminabile di sconfitte consecutive. Azzurrostellati che, dal canto loro, faranno l’impossibile per continuare ad alimentare la già flebile fiammella dei play-off.

LECCE E GROSSETO PER IL NONO POSTO, BENEVENTO TERZO IN COMODO. Aggrappati al carro delle “formidabili” 9, i salentini del Lecce ospiteranno, al “Via Del Mare”, il Grosseto del neo tecnico Cuccureddu, distanziati gli uni dagli altri dalla miseria di un solo punto. Binomio che rievoca vecchi ed amari ricordi in tema estivo di calcioscommesse per i tifosi della Nocerina, e che ritornerà ad avere valenza in un torneo atipico come quello della Prima Divisione di quest’anno. Prova di maturità, invece, per il Benevento, chiamato a mantenere invariato il proprio vantaggio a discapito delle dirette inseguitrici, contro il Catanzaro, quinto, a sole tre lunghezze dal primato. Stesso discorso anche per Salernitana-Pisa.

PERUGIA E PONTEDERA, SFIDA A DISTANZA, ASCOLI SENZA I PROPRI TIFOSI. Ascoli-Prato è l’altro match-clou di giornata. Un duello che, carte alla mano, potrebbe dire poco e nulla ai più, ma che, in caso di mancato risultato per i toscani, aprirebbe nuovi scenari in coda alla bagarre play-off. Ascoli che giocherà senza l’apporto dei propri sostenitori in curva, a causa della squalifica del “Del Duca” numero uno della sua storia. Uno, come il margine di separazione tra Perugia e Pontedera, impegnate in una sfida a distanza, nella corsa alla promozione diretta. I grifoni, dopo un avvio stentato, sembrano aver ripreso confidenza con la vittoria, e, ancora una volta, la cura Camplone ha avuto un influsso positivo sulla truppa biancorossa.

Domenico Pessolano, ForzaNocerina.it