NOCERINA: c’è attesa per le decisioni del Giudice Sportivo

NOCERINA: c'è attesa per le decisioni del Giudice Sportivo

Si pronuncerà nel pomeriggio di oggi il Giudice Sportivo di Lega Pro in merito ai fatti dell’Arechi. Certa la vittoria a tavolino per i granata per 3-0, ci sarà poi da quantificare la squalifica a Iannarilli e Ficarrotta, espulsi a fine gara, oltre alle multe per i due club. Alla Salernitana verrà imputato il lancio di bottigliette a fine gara e l’accensione di fumogeni, alla Nocerina di sicuro il ritardo con cui è iniziata la sfida, poi gli atti saranno girati alla Procura Federale ed è qui che si giocherà la partita vera. Verranno ascoltati i tesserati presenti in distinta: gli undici titolari, i sette panchinari, l’allenatore in seconda Fusco, sostituto dello squalificato Fontana, e Pavarese in qualità di dirigente accompagnatore, il medico sociale Rosati, il massaggiatore Grassi.

Toccherà all’Avvocato ebolitano Gaetano Aita, che da qualche anno segue le vicende legali della Nocerina, difendere i rossoneri: “La partita non andava iniziata, i calciatori non erano nelle condizioni psicofisiche per scendere in campo – ha dichiarato il legale al quotidiano La Città – la società l’ha fatto presente all’Arechi quando ha interagito con gli organi di Lega e Procura Federale. Non c’è alterazione di risultato, semplicemente perché la sfida è nata già alterata. Gli infortuni inoltre sono dimostrabili e la facoltà di fare tre sostituzioni in volta fa parte delle regole. I tesserati? Sento di squalifiche fino a 6 mesi. Vorrei solo ricordare che si tratta di calciatori professionisti, quindi di lavoratori subordinati. La Nocerina, in base all’accordo collettivo, deve garantire loro l’incolumità fisica. E’ una situazione senza precedenti. Mi spiego meglio, l’inferiorità numerica si verifica spesso, in particolare nelle serie minori dei dilettanti regionali. Ma tra i professionisti non è mai accaduto, per giunta col corollario dei fatti della mattinata. Non è preventivabile al momento quel che stabilirà la Procura Federale in un eventuale fase di deferimento”.

Intanto nel pomeriggio si proverà a tornare alla normalità. La squadra riprenderà, a porte chiuse, la preparazione agli ordini del tecnico Fontana e del suo staff che ieri hanno incassato la fiducia della società dopo le dimissioni presentate nell’immediato dopo gara dell’Arechi.

redazione ForzaNocerina.it