SALERNITANA-NOCERINA. DE LUCA: “Nessuno offenda la civilissima Nocera”

SALERNITANA-NOCERINA. DE LUCA: "Nessuno offenda la civilissima Nocera"

Era stato invocato da tanti, e anche se in leggero ritardo, è arrivato: l’intervento del Sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, in merito ai fatti del derby è stato affidato ai microfoni di Radio Alfa, nel corso di “S come Salerno”. Alla vigilia della sfida, con l’ormai certezza del divieto agli ospiti, il primo cittadino parlò di “passaggio amaro” in quanto Salerno e Nocera sono “comunità gemelle”.

Dopo gli incidenti, i salernitani hanno assistito alla difesa del popolo nocerino da parte del Sindaco di Nocera Inferiore Torquato ed al silenzio sul tema del “collega” salernitano, che ha spiegato: “Ho evitato di parlarne in questi giorni perché sono disgustatoLa prima cosa che voglio fare è complimentarmi con i tifosi della Salernitana che si sono comportati in maniera ineccepibile, hanno dimostrato maturità e consapevolezza: si sono trovati in una situazione che poteva determinare anche tensioni e invece no. La seconda cosa: credo che la città di Nocera sia civilissima, con grande storia e nessuno può permettersi di offenderla. Un gruppo di scalmanati non può essere confuso con la civiltà di una città sorella, vicina”.

De Luca entra nel merito: “Un episodio che ha inevitabilmente sporcato le immagini delle nostre città, che poi non c’entrano nulla – spiega De Luca – Non ho avuto piacere di vedere sulle pagine dei giornali il nome di Salerno ma anche di Nocera segnalato per questioni così vergognose. Come spesso accade c’è stato qualche tentativo di sottolineatura un po’ razzista perché sinceramente di fenomeni del genere se ne sono visti in tutta Italia. Viene voglia di prendersi una residenza in Svizzera”.

Sui responsabili De Luca non ha dubbi, Macalli e Ghirelli: “C’è una responsabilità che riguarda i vertici di Lega Pro che in questo caso si sono rivelati largamente al di sotto dei doveri e delle responsabilità che deve avere un’autorità sportiva impegnata a valutare anche per tempo le condizioni nelle quali si svolgono gli eventi sportivi”.

Come riporta il quotidiano “La Città”, De Luca, difende l’operato delle Forze dell’Ordine: “Esprimo anche un apprezzamento per le forze dell’ordine: le loro scelte sono autonome ma tra le tante stupidaggini che sono state dette non è stato chiaro neppure questo e cioè la scelta di ordine pubblico la prendono esclusivamente Questura e Prefettura. Non è facile chiudere uno stadio alle persone ma voglio esprimere apprezzamento, perché se avessimo avuto un morto in strada oltre che della figuraccia parleremmo di cose molto più gravi”. 

fonte: www.granatissimi.com