TIFOSI PROTAGONISTI. Lino: “dov’è finita la libertà di opinione?”

TIFOSI PROTAGONISTI. Lino: "dov'è finita la libertà di opinione?"

Pubblichiamo così come ricevuto:

Salve, vorrei esprimere le mie considerazioni sugli avvenimenti relativi al derby e lo farò senza peli sulla lingua ma in maniera civile ed educata.

Quella di domenica è stata una protesta civile e costruttiva ma ahimè abbiamo toccato i poteri forti o meglio alcune poltrone intoccabili che fanno gola a tutti. Non mi riferisco soltanto ad istituzioni sportive ma diciamoci la verità ormai in Italia vige un clima di insofferenza e di malessere che si ripercuote in tutti i settori o campi del vivere civile.

Non esiste più il diritto di manifestare in maniera educata e civile per ottenere il riconoscimento di un diritto acquisito (tessera del tifoso), non esiste più libertà di opinione, ma siamo costretti soltanto ad ascoltare quelle stronzate colossali che ci vengono proposte dai mass media e dalla stampa.

Tutti e dico tutti si sono scagliati contro la città di Nocera e i suoi tifosi, dipingendoci come mafiosi, camorristi e delinquenti senza pesare bene le parole. Addirittura in un contesto storico del genere, il nostro Presidente del Consiglio, si è preoccupato di esprimere la sua opinione (condanna gratuita) sui fatti di domenica scorsa; per non parlare poi di Prandelli e di tutte le televisioni e giornali.

Vorrei ricordare a Letta che al posto di dedicare la sua attenzione a “questo popolo di camorristi e delinquenti” dovrebbe cercare di risolvere i problemi del Paese, dove ormai parecchi genitori non possono assicurare ai propri figli un piatto caldo; la devono finire di sviare l’attenzione su altri problemi irrisori! parliamo poi del questore incapace di assicurare l’ordine pubblico per 2 mila Nocerini quando poi a Salerno si sono recati niente di meno che 5 mila napoletani, 2 mila veronesi.

Penso che sia giusto venire allo scoperto: chi non è in grado di fare il proprio lavoro (profumatamente pagato) deve dimettersi o meglio deve andare a casa, a lavorare sul serio!!!!!, siamo stufi e stanchi di questo abuso di potere (adesso il questore mi notificherà il Daspo!!!!!) d’altronde in Italia vige anche la censura!!

Vogliamo parlare dell’atteggiamento spocchioso, irriverente assunto da Varriale in diretta in occasione dell’intervento del Sindaco di NOCERA Torquato Manlio; se fossi il Sindaco l’avrei querelato e spero che lo faccia.

Non accetto di essere etichettato come mafioso, camorrista e delinquente e poi da chi? Politici, istituzioni che spesso vanno a braccetto con la delinquenza organizzata!!!!!

La nostra era soltanto una protesta eclatante, niente violenza, nessun ferito o morti.

Ci vogliono accusare di illecito sportivo: ricordo tutte le partite vendute, truccate dal Grosseto di Camilli, che si è permesso di dire che il calcio lo devono fare le persone serie……..; ma vi rendete conto di cosa o di chi stiamo parlando ? Del Bari dove si sono venduti pure l’anima e la società è stata accusata di responsabilità oggettiva e non diretta.

Ma cosa pensano che noi crediamo ancora a Babbo Natale o alla Befana?

Dulcis in fundo vogliamo parlare del De Luca che solo a distanza di giorni è intervenuto sull’argomento …

E’ lampante chi abbia potuto decidere in merito, secondo voi pensate il CASMS, il prefetto, il questore o De Luca? A voi la risposta.

Auspico che tutte le tifoserie di Italia recepiscano il nostro messaggio e possano insorgere contro questo stato di cose con proteste civili e senza violenza.

Sapete perchè ci vogliono condannare fortemente? Perchè questi signori sanno che gli Ultras hanno ideali e convinzioni e a loro ciò fa paura in quanto mette a rischio i loro interessi economici, le loro poltrone.

Sono tesserato e non accetto in nessun modo che mi possa essere vietato una trasferta o assistere ad una manifestazione sportiva. Non accetto lezioni di civiltà o di moralità da nessuno, tanto meno da certi signori corrotti e collusi con la camorra o mafia.

Togliamo la testa dalla sabbia e facciamo valere i nostri pochi diritti.

NOCERINO E ME NE VANTO, AMO NOCERA E LA NOCERINA.

Lino Califano

Sono un ultras, non m’importa dire di quale squadra, non sono qui per orgoglio d’appartenenza. Quanto a voi perpetrato fa parte solo di un’azione di destrutturazione ad ampissimo raggio, atta a portare le curve al collasso, confidando in reazioni eclatanti (sempre possibili, vista l’aria pesante che tira) tali da giustificare un’ulteriore, pesantissima, ondata repressiva. Paradossalmente, così facendo, ottengono l’effetto contrario, portando le curve ad essere solidali tra loro, pur non esistendo alcun rapporto amichevole . Un abbraccio a tutti i nocerini da una città a voi indifferente, ma non per questo meno “vicina”. Saluti da un ultras non tesserato. (questo l’ho puntualizzato solo per farvi capire che, anche se sul discorso tdt siamo completamente agli opposti, non viene meno la solidarietà).

 Alex

E tu cosa ne pensi? Scrivici a redazione@forzanocerina.it oppure utilizza il modulo contatti presente sul sito e dì la tua sul momento della Nocerina. I commenti più belli ed interessanti saranno pubblicati sul sito e saranno argomento di discussione all’interno del forum.

redazione ForzaNocerina.it