TOP 11: D.Ciofani devastante, torna Mazzeo

TOP 11: D.Ciofani devastante, torna Mazzeo

Undicesima giornata di campionato del girone B di Prima Divisione. Di certo non sono mancate le sorprese, di seguito la Top 11 di ForzaNocerina.it.

MODULO SCELTO: 3-4-3

PORTIERE

PISSERI (Gubbio): Il ragazzo scuola Parma, dopo un anno con il Renate in Seconda Divisione e quello con il Catanzaro nella passata stagione, quest’anno potrebbe trovare finalmente la sua consacrazione con la maglia del Gubbio. Risulta il migliore in campo nella gara con il Barletta, chiudendo la porta in più di un’occasione agli avanti pugliesi, incolpevole sulla rete di Picci.

DIFENSORI

DE AGOSTINI (Prato): Viene schierato ancora una volta da quinto di centrocampo da Esposito che gli ha ridisegnato le mansioni in campo. Il capitano del Prato non lo delude. Determinante quando spinge come sul goal di Lanini e quando si regala la gioia del momentaneo 2 a 0.

PEZZI (Pontedera): Prima volta nella Top 11 per Enrico Pezzi. Si regala la palma di migliore dei suoi nella gara con il Lecce. I salentini spingono per tutti i novanta minuti e lui è bravo ad arginare prima Zigoni e poi il subentrato Miccoli.

MASSONI (Perugia): Il roccioso difensore alto 1.94 per 90 kg, ex tra le altre di Sassuolo, Lanciano e Verona si prende il merito di aver guidato la difesa nella giornata di appannamento di Scognamiglio. Le palle alte che arrivano dalle sue parti sono tutte sue, poi si supera salvando sulla linea un tiro a colpo sicuro di Infantino.

CENTROCAMPISTI

FALZERANO (Ascoli): Salernitana, Avellino, Latina, Grosseto e Ascoli, non sono poche le squadre in cui ha giocato il giovane di Pagani classe 91’. La gara con il Viareggio è il suo biglietto da visita, semina panico nella difesa bianconera per tutta la gara. Strepitoso quando nella ripresa salta tre avversari, concludendo però alto.

VITIELLO (Catanzaro): Un passato importante in cadetteria con le maglie di Grosseto e Ascoli con piĂą di cento presenze in quattro anni, poi la Svizzera e il ritorno in Italia a Catanzaro. QualitĂ  e palleggio al servizio del centrocampo calabrese, vincendo la sfida con i suoi ex compagni.

FERREIRA PINTO (Lecce): Sembra essere rinato. Dopo le prime sei giornate sembrava un ex calciatore o almeno l’ombra del devastante esterno visto con la maglia dell’Atalanta. Determinante per il gioco di Lerda, mette in costante apprensione la difesa avversaria con le sue folate.

TRIARICO (L’Aquila): Ancora una buonissima prestazione da subentrato per il centrocampista di Pagliari. Prova a dare un scossa ai compagni di squadra e mette a segno la rete del momentaneo 1-1.

ATTACCANTI

D.CIOFANI (Frosinone): E’ il mattatore nella gara con il Prato. Mette a segno una tripletta che regala un pareggio insperato ai suoi. Segna prima su calcio di rigore, con gentile concessione di capitan Frara, poi in acrobazia e per finire saltando il portiere avversario Brunelli.

LANINI (Prato): Il ragazzo terribile scuola Juve si mette ancora in mostra. Conferma quanto di buono visto in queste prime undici giornate. Ne sentiremo parlare nei prossimi anni.

MAZZEO (Perugia): Entra e riesce a mettere la firma sul match quando all’ottantaseiesimo mette dentro in acrobazia la rete da tre punti.

PANCHINA

Koprivec (p,Perugia); Martinez (d,Lecce), Rigione (d,Catanzaro); Pestrin (c,Ascoli), Nicco (c,Perugia); Frediani (a,L’Aquila), Fabinho (a,Perugia).

Angelo Guadagno; ForzaNocerina.it