TOP 11: il doppio miracolo di Zappino salva il Frosinone, Corapi trascina l’Aquila

TOP 11: il doppio miracolo di Zappino salva il Frosinone, Corapi trascina l'Aquila

Decima giornata di campionato, di certo non sono mancate le sorprese, di seguito la Top 11 di ForzaNocerina.it, del Girone B di Prima Divisione:

MODULO SCELTO: 3-4-3

PORTIERE

ZAPPINO (Frosinone): L’esperto estremo difensore brasiliano risulta ancora una volta decisivo per i suoi. I ciociari nonostante abbiano disputato ottantaquattro minuti in superiorità numerica hanno sofferto e non poco in Benevento. Zappino compie un doppio miracolo prima su Mancosu e poi su Espinal e si regala per la seconda volta consecutiva la palma di migliore in campo.

DIFENSORI

LOPEZ (Lecce): Il terzino sinistro agli ordini di Lerda con il passare dei minuti diventa sempre più la spina nel fianco della difesa viareggina. Le sue accelerazioni portano alla rete del 2 a 0 di Zigoni e all’autorete di Falasco.

FERRARI (Gubbio): Tiene a bada tutto l’attacco rossonero per gran parte della partita, si distrae insieme ai compagni quando in undici contro dieci subiscono la rete del 2 a 1 finale che porta la firma di Lepore. Su calcio di rigore sigla la rete del vantaggio per il suo Gubbio.

RIGIONE (Catanzaro): Un’altra ottima gara disputata dal centrale dei calabresi. Come al solito mette in campo qualità e tenacia che alla fine dei conti ripagano sempre, tiene a bada i due uomini più pericolosi del Pontedera Arrighini e Grassi.

CENTROCAMPISTI

M. RICCI (Grosseto): Il giovanotto classe 94’ promessa della Roma dopo l’ottima prestazione sfornata nella gara con il Frosinone prende di nuovo per mano i compagni di centrocampo e mette a segno la rete che regala i tre punti al Grosseto nella sfida di Salerno, la prima da professionista per lui.

CARCIONE (L’Aquila): Insieme a Corapi e Del Pinto forma il centrocampo più forte di queste prime dieci giornate di campionato con qualità e quantità al servizio dei compagni si dimostra giorno dopo giorno perno imprescindibile per Pagliari. Dopo tanti anni in Seconda Divisione con la maglia aquilana questo a 32 anni potrebbe essere quello della consacrazione

CORAPI (L’Aquila): Dopo una licenza durata tre giornate torna di nuovo nella Top 11 il buon Ciccio. Nella gara interna de L’Aquila con la Paganese risulta ancora una volta decisivo e non solo per l’apporto in palloni recuperati che da ai suoi ma per la concretezza sotto porta che gli permette di mettere a segno la rete del vantaggio per i suoi.

Favasuli (Prato): L’esperto capitano pisano è ancora una volta determinante ai fini della manovra dei nerazzurri. Si prende al novantatreesimo la responsabilità di calciare il calcio di rigore che regala vittoria e testa della classifica ai suoi.

ATTACCANTI

ZIGONI (Lecce): L’attaccante cresciuto nelle giovanili del Milan e ora alla terza esperienza in Lega Pro dopo aver vestito per due volte la maglia dell’Avellino, è stato acquistato dai salentini per completare con Miccoli un attacco da almeno 30 reti. Dopo essere partito in sordina si è sbloccato con una doppietta nella gara interna con il Viareggio.

FREDIANI (L’Aquila): Zeman stravede per lui e non perde occasione per andare a godere delle sue giocate. A Pagani mette a segno la rete stagionale numero 2.

LONGOBARDI (Gubbio): L’attaccante egubino non va a segno nella sfida del San Francesco ma è l’assoluto protagonista. Si procura prima il rigore del vantaggio superando Kamana che poi commette il fallo e nella ripresa è ancora lui a scappare il difensore molosso che si fa espellere sulla punizione del 2 a 0.

PANCHINA

Liverani (p,Barletta); Bertoncini (d,Frosinone), Burzigotti (d,Grosseto); Pestrin (c, Ascoli), Papini (c,Lecce); Arma (a,Pisa), Doumbia (a,Lecce).

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it