A VOLTE RITORNANO… Francesco Franzese

A VOLTE RITORNANO... Francesco Franzese

Decolla a Novara la carriera calcistica di Francesco Franzese, estremo difensore di origini campane lanciato nel calcio che conta dal club piemontese. In maglia azzurra il portiere nolano colleziona, poco più che ventenne, le prime presenze tra i professionisti, diventando successivamente un punto fermo della formazione novarese. In tre anni Franzese mette insieme più di cinquanta presenze tra i pro, tra Serie C2 e Serie C1, un bottino rispettabile per un ragazzo al suo primo assaggio di calcio vero. Nella stagione 2005/2006, però, il portiere campano viene messo da parte per far posto al più esperto Micillo. L’estremo difensore nolano, quindi, decide di cambiare aria: passa alla Juve Stabia ma è chiuso dall’emergente Benassi, poi all’Hellas Verona, ma anche in questo caso c’è un emergente, Rafael, che non gli concede molto spazio.

Arriva l’offerta della Nocerina, società appena tornata in Seconda Divisione. I molossi offrono la possibilità di giocarsi un posto da titolare, anche se c’è la concorrenza di un altro giovane, Terracciano, che nella stagione precedente aveva fatto bene in Serie D. I due portieri si alternano tra i pali rossoneri; il più giovane a fine stagione ha collezionato 23 presenze, Franzese solamente 12, intervallate da qualche guaio fisico di troppo. Sembra l’inizio del declino: l’estremo difensore passa dalla Nocerina al Corridonia, squadra di Eccellenza; poi il passaggio al Castel Rigone, in Serie D, senza grossa fortuna, e quello al Deruta. Si rilancia proprio con i perugini, disputando un’ottima seconda parte di stagione. Torna al Castel Rigone, vive da comprimario la vittoria del campionato di Serie D ma si presenta tirato a lucido all’inizio dell’attuale stagione. Una stagione che ha il sapore del rilancio; quindici le presenze collezionate finora dall’ex molosso, ottimo il rendimento della squadra, settima in classifica, a ridosso di squadroni come Casertana e Foggia.

Filippo Attianese, forzanocerina.it