BARLETTA, al via gli addii: rescinde Picci

BARLETTA, al via gli addii: rescinde Picci

Cominciano gli addii, annunciati da segnali arrivati nelle ultime ore, in via Vittorio Veneto. Questa mattina il Barletta Calcio ha annunciato l’addio di Antonio Giulio Picci: il sodalizio di via Vittorio Veneto ha comunicato ufficialmente “di avere risolto consensualmente il rapporto contrattuale con il calciatore Antonio Giulio Picci. Al calciatore il Barletta Calcio augura un buon prosieguo di carriera e lo ringrazia per l’impegno profuso con la società biancorossa”. Un fulmine a ciel sereno per qualcuno, un segnale di smobilitazione nel piano di rientro economico per altri: l’attaccante barese (2 reti in campionato e una in Coppa Italia Lega Pro) potrebbe ora trovare sistemazione in serie D, dove piazze pregiate della categoria come Matera lo cercano con insistenza. Nella rosa biancorossa, considerato il ko di La Mantia, resta così a disposizione il solo Zigon al centro dell’attacco.

Arrivato a metà luglio come “bomber” del Barletta Calcio, Picci aveva presto conquistato i tifosi, ma aveva offerto prestazioni insufficienti- al pari dei suoi compagni- sul campo. Ora l’addio, e potrebbe essere solo il primo di una lista di “big” in casa biancorossa, dove l’esperienza ad interim del patron Tatò sta stravolgendo i piani. La formazione “under 21” che ha pareggiato a Catanzaro sembra infatti essere la base per il lavoro futuro stabilita dall’asse Martino-Orlandi. Una linea verde, che avrebbe come obiettivo primario, avallato dal patron biancorosso, quello di sfoltire il monte-ingaggi in via Vittorio Veneto. Strategia che abbatte i costi, ma anche le speranze degli olre 1000 tifosi che hanno sottoscritto l’abbonamento in estate, auspicando un campionato ricco di soddisfazioni e con qualche “nome”. Proprio gli uomini da “copertina” del club di via Vittorio Veneto potrebbero essere i primi a salutare la barca: dopo Picci, potrebbe toccare a Riccardo Allegretti e Andrea Pippa, i tre calciatori più esperti ma anche tra i meglio stipendiati in organico.

Il capitano, assente dal 23 ottobre (0-1 in Coppa Italia Lega Pro contro il Lecce), ha visto protrarsi a lungo la data del suo rientro, fino a metterne in dubbio un ritorno sul rettangolo verde entro la fine del 2013: i rapporti deteriorati con il dg Martino potrebbero portarlo all’addio, con la Cremonese. Su Pippa e Picci graverebbe invece una scelta squisitamente economica: il terzino cilentano si allena a parte per “problemi muscolari” non meglio specificati da quasi tre settimane, E a questo trio potrebbe aggiungersi Jurgen Prutsch, che ha mercato nella “sua” Austria. Se sarà mercato, a uscite corrisponderanno entrate: intanto in via Vittoro Veneto è partito il piano di rientro. Di denaro (della società) e di sogni (dei tifosi).

fonte: Luca Guerra, www.barlettalife.it