GIRONE B: il Frosinone travolge il Catanzaro ed è primo, boccata d’ossigeno per la Salernitana

GIRONE B: il Frosinone travolge il Catanzaro ed è primo, boccata d'ossigeno per la Salernitana

Fermo il Perugia per la sosta di campionato, ne approfitta il Frosinone che travolge il Catanzaro e si porta in testa alla classifica. Il Lecce ha messo la freccia, supera anche il Benevento e ora solitario al terzo posto. In coda vittoria scacciacrisi dell’Ascoli, nuove sconfitte per Nocerina e Paganese.

CAMBIA LA TESTA DELLA CLASSIFICA, ORA C’E’ IL FROSINONE. Con tre reti di Curiale, Ciofani e Paganini i Ciociari stendono il Catanzaro e balzano al primo posto con 39. I Laziali, infatti, approfittano della sosta del Perugia che resta a quota 38 e scende in seconda posizione. Tutto solo al terzo posto si affaccia il Lecce che, nonostante l’impegno difficile, si sbarazza con relativa facilità del Benevento e sale a 33 punti. I Salentini staccano il Catanzaro che alla luce della nuova sconfitta odierna resta fero a quota 30 ma scende in quarta posizione.

IN ZONA PLAY OFF BUON PARI DELL’AQUILA A PISA, VINCONO GROSSETO E SALERNITANA. Cogliendo un insperato pareggio a Pisa, l’Aquila mantiene la quinta posizione con 29 punti. Gli Abruzzesi rimontano due reti nella ripresa, dell’ex rossonero Pomante il goal del meritato pari. Questo risultato rocambolesco, 2-2, impedisce al Pisa di scavalcare proprio gli uomini di Pagliari, ma, se non altro, di agguantare il Benevento a quota 28. Ennesima delusione, infatti, per i Sanniti che tornano da Lecce con due reti sul groppone e con le pive nel sacco. Fatica ancora il Prato che si fa imporre lo 0-0 casalingo dal Barletta e per il momento deve accontentarsi di una posizione interlocutoria con 26 punti. Il maltempo ferma il Pontedera che resta a quota 25 e viene raggiunto dal Grosseto a cui basta il primo tempo per avere ragione della Nocerina grazie a due reti di Ferretti e Marotta. Boccata d’ossigeno anche per la Salernitana che con tanta fatica riesce, nel finale, a conquistare un successo insperato a spese del Gubbio. Passano per primi gli Umbri ad inizio ripresa, ma due reti in due minuti, di Mounard e Gustavo, nel finale regalano ai granata una vittoria dall’importanza vitale. I Campani con 24 punti possono ancora sperare nei play off e grazie a questa vittoria staccano proprio il Gubbio, fermo a punti 20.

NELLE PARTI BASSE DELLA CLASSIFICA COLPO DI CODA DELL’ASCOLI. Il Viareggio resta fermo a 17 punti ma per cause di forza maggiore, il maltempo, infatti, ha imperversato in Versilia causado il rinvio del match. Due gradini più sotto, cioè a quota 15, si attestano il Barletta, come detto pari prezioso a Prato e l’Ascoli che torna al successo ai danni della Paganese, ma con tanta fatica. Una doppietta di Tripoli regala una domenica di sorriso ai Marchigiani. Resta penultima a 12 punti la Nocerina che perde per l’ennesima volta in questa stagione e recrimina per i soliti errori decisivi ai fini del risultato finale. Ancora ultima, a quota 10, la Paganese che, come detto, ha venduto cara la pelle all’Ascoli prima di arrendersi nel finale.

Roberto Errante, ForzaNocerina.it