GIOVANNI RUSSO: “Una gioia non subire gol”

GIOVANNI RUSSO: “Una gioia non subire gol”

Un ritorno in grande stile per un talento su cui la Nocerina punta già dalla passata stagione; Giovanni Russo ha ripagato la fiducia della società rossonera, tornando in campo con la mentalità giusta e sfornando un’ottima prestazione: “sono stato sei mesi fermo per infortunio al ginocchio,” racconta il portiere rossonero, “gli infortuni fanno parte del nostro lavoro e bisogna accettarli; questa Estate ho preferito curarmi piuttosto che andare in vacanza e, allenandomi bene durante queste settimane, mi sono fatto trovare pronto: devo ringraziare tutti, staff medico e società, che mi hanno curato quando ne ho avuto bisogno; io ho ricambiato impegnandomi al massimo in ogni allenamento.”

E per la prima volta la Nocerina non ha subito gol: “abbiamo avuto anche un po’ di sfortuna nelle prime giornate, andava tutto storto,” spiega Russo, “ci alleniamo sempre bene ed è una gioia, soprattutto per me e per gli altri difensori, non subire gol; il merito è di tutti: dopo l’intervento nel finale su Frediani, ad esempio, se Rizza non fosse intervenuto la palla sarebbe finita comunque dentro.” Ha rischiato anche qualcosa nel finale, in occasione del rigore richiesto dagli ospiti: “non ho avuto alcuna reazione,” precisa Russo, “volevo solo coprire il mio compagno di squadra, Sabbione, ma non ho fatto nulla di male; la tensione ci può stare in certi momenti di partita ma non è successo nulla di particolare.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it