GIRONE B: il Perugia vola in vetta, solo un pari tra Pisa e Salernitana

GIRONE B: il Perugia vola in vetta, solo un pari tra Pisa e Salernitana

Con due gare rinviate a causa del maltempo, il girone B della I Divisione di Lega pro presenta l’ennesima giornata incompleta e con la classifica che resta provvisoria. Meno male che ci pensano le squadre in vetta a ravvivare un torneo anomalo, avvicendandosi di giornata in giornata.

PER UN AQUILA CHE SCENDE UN GRIFONE CHE SALE, STAVOLTA TOCCA AL PERUGIA PRENDERSI IL PRIMATO. Gli Umbri, infatti, passano in maniera perentoria a Viareggio e balzano al primo posto con 25 punti. Gli uomini di Camplone approfittano dello scivolone casalingo dell’Aquila ad opera del Gubbio, a segno per due volte nel primo tempo. La rete di Pomante nel finale serve solo a mitigare l’amarezza della sconfitta che relega i suoi al secondo posto, a quota 24. Piazza d’onore raggiunta dal Pisa che, però, non va oltre lo 0-0 casalingo, gli uomini di Pagliari non riescono ad approfittare della superiorità numerica per quasi tutta la gara per battere una Salernitana ben disposta. Costa caro, si fa per dire, il turno di riposo al Frosinone che scende in terza posizione, rimanendo a quota 23. Due gradini più in basso troviamo la coppia Pontedera-Catanzaro, appunto a quota 21, entrambe le formazioni sono state fermate dal maltempo, non disputando le proprie gare.

IN ZONA PLAY OFF FANNO PUNTI IL LECCE E LA SALERNITANA. A punti 20, infatti, troviamo la Salernitana che, come detto resiste agli assalti del Pisa e porta via, dall’Arena Garibaldi, un punto d’oro che allunga la striscia positiva di Perrone. Affianca i granata il Prato che torna da Ascoli con un prezioso pareggio, agguantato con caparbietà nella ripresa. Continua la lenta risalita del Lecce, con un goal del solito Miccoli piega la resistenza del Grosseto e si porta a quota 18. Con i Salentini c’è il Benevento il quale, però, non ha giocato il suo match a Catanzaro, causa maltempo. Distaccato di tre punti, quindi a quota 15, troviamo il Gubbio che compie l’impresa della giornata vincendo in casa della capolista Aquila. Pratica già chiusa nel primo tempo con due reti in apertura e chiusura di frazione ad opera di Baccolo e Falconieri. Continua, di contro, la discesa del Grosseto che, come detto, cade a Lecce e resta a quota 14, nell’anonimato della classifica.

NELLA PARTE BASSA PRIMO SUCCESSO STAGIONALE PER LA NOCERINA. 11 punti per l’Ascoli imbrigliato in casa dal Prato, nonostante il vantaggio iniziale dell’ex rossonero Scalise. Resta, invece, a 10 il Viareggio che, come detto ha dovuto lasciare il passo in casa al più forte Perugia. Distaccate, in penultima posizione, con soli 7 punti, il duo composto dal Barletta che non ha giocato e la Paganese che perde in malo modo il derby con la Nocerina sul neutro di Pontedera. Ultima resta la Nocerina che, però, merita una menzione particolare avendo colto la prima vittoria stagionale, nella gara, più sentita e nel momento più delicato. I molossi battono a domicilio la Paganese e si portano a quota 4

Roberto Errante, ForzaNocerina.it