IL PERSONAGGIO DEL GIRONE B: Daniel Ciofani

IL PERSONAGGIO DEL GIRONE B: Daniel Ciofani

La sua doppietta ha deciso il big match del quindicesimo turno del girone B di Prima Divisione tra Frosinone e Lecce. Daniel Ciofani si dimostra sempre più decisivo per le sorti della sua squadra, seconda in classifica a due lunghezze dalla capolista Perugia. Su un rigore piuttosto generoso il primo gol di giornata, decisivo per raggiungere il pareggio dopo il vantaggio del Lecce firmato dal solito Miccoli. Da attaccante di razza la rete del vantaggio dei canarini, con un perfetto tapin al volo che non ha lasciato scampo all’estremo difensore avversario. Sono sette le reti siglate da Ciofani in 12 presenze, che gli valgono il terzo posto nella classifica marcatori, alle spalle di Grassi ed Eusepi.

IL GOL NEL DNA. La carriera di Ciofani inizia nel 2004-2005, con la maglia del Pescara, in  serie B. L’esperienza non è delle più felici perché in due stagioni colleziona la miseria di 10 presenze condite da una rete. Nel 2006 approda in Seconda Divisione, al Celano, dove sigla 7 reti in 29 apparizioni. Nella stagione successiva rientra al Pescara, in Prima Divisione, ma il feeling con gli abruzzesi continua a non essere idilliaco, visto che scende in campo solo due volte in sei mesi. A gennaio 2008 ritorna in Seconda Divisione, al Gela dove in 15 presenze realizza 7 reti. A giugno viene ceduto alla Cisco Roma, con cui mette a segno ben 37 reti in 66 presenze, recitando un ruolo da protagonista nella promozione in Prima Divisione della compagine laziale. Nel 2010 non risente del salto di categoria, realizzando ben 18 reti in 32 presenze, che valgono all’Atletico Roma il terzo posto in classifica. Nel 2011 si merita la chiamata del Gubbio, neopromosso in serie B. La media reti si abbassa notevolmente, anche se timbra il tabellino dei marcatori 8 volte in 37 gare. Nella passata stagione ritorna in Prima Divisione, nell’ambizioso Perugia di Battistini prima e di Camplone poi. 12 reti in 28 gare regalano i play off agli umbri, eliminati in semifinale dal Pisa. In questo campionato, reso meno avvincente dalla mancanza di retrocessioni, il suo obiettivo è quello di riportare a suon di gol il Frosinone in serie B dopo tre anni di assenza.

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it