L’AVVERSARIO: L’Aquila di Giovanni Pagliari

L'AVVERSARIO: L'Aquila di Giovanni Pagliari

Conservata per soli cinque giorni la prima posizione in classifica, a causa dell’inopinata sconfitta casalinga con il Gubbio di venerdì scorso, L’Aquila riparte dalla trasferta di Nocera con l’intento di confermare quanto di buono fatto vedere in questa prima parte di stagione, confortata dai ben 13 punti conquistati fuori casa (miglior rendimento esterno del girone). Tornata ai nastri di partenza del torneo di Prima Divisione dopo nove anni, la formazione rossoblu sta infatti recitando un ruolo da protagonista grazie ad una rosa che può contare su un giusto mix tra esperienza e gioventù, guidata dallo scorso aprile da Giovanni Pagliari. Il tecnico marchigiano, fratello di Dino allenatore del Pisa, con gli abruzzesi ha conquistato la promozione ai play-off nello scorso campionato di Seconda Divisione, partendo dalla quinta posizione al termine della regular season.

MIGLIOR ATTACCO DEL GIRONE – La societĂ  in estate ha riconfermato gran parte dei protagonisti della risalita, inserendo qualche elemento di categoria in un complesso che viaggia ormai a memoria e non si pone limiti in questo anomalo campionato di Prima Divisione. Trazione offensiva, come testimoniato dalle 22 reti realizzate (miglior attacco del raggruppamento insieme a Perugia e Pontedera), gioco sbarazzino e difesa non proprio ermetica nell’ultimo periodo (otto reti subite nelle ultime quattro esibizioni) le peculiaritĂ  della squadra di Pagliari, tecnico sempre fedele al suo modulo 4-3-3. Domenica al San Francesco gli abruzzesi si presenteranno con la rosa al completo, eccezion fatta per il secondo portiere Addario, espulso dalla panchina contro il Gubbio e quindi squalificato.

DIFESA “ROSSONERA” – Il titolare tra i pali è il ventitreenne Marco Testa, alla quarta stagione in rossoblu. Davanti a lui coppia centrale di ex rossoneri formata da Marco Pomante e Roberto Di Maio, quest’ultimo reduce dalla poco felice esperienza a Lecce. A destra probabile riconferma per il classe ’88 Andrea Zaffagnini, arrivato in estate dall’Andria, così come il ventenne Andrea Scrugli, scivolato in panchina da qualche giornata. Sull’altra fascia spazio a Marco Gallozzi, venticinquenne arrivato dal Padova, con il piĂą esperto ex bresciano Simone Dallamano, acquisto boom estivo, costretto a mordere il freno negli ultimi tempi.

DEL PINTO CENTROCAMPISTA BOMBER – In mediana sicuri di una maglia l’interno goleador Lorenzo Del Pinto, capocannoniere abruzzese con 5 reti, e l’esperto mediano Imperio Carcione, alla quarta stagione a L’Aquila ed ex tra le altre di Salernitana e Benevento. Per l’ultimo posto disponibile restano in ballottaggio l’altro ex di turno Ciccio Corapi ed il riconfermato classe ’92 Francesco Agnello, rientrato due settimane fa da un lungo infortunio.

DE SOUSA A SECCO – L’ariete offensivo risponde al nome di Claudio De Sousa, ventottenne scuola Lazio passato per diverse avventure poco fortunate, addirittura anche nel campionato di San Marino, prima dell’esplosione al Chieti nella scorsa stagione, con diciotto reti realizzate nel torneo di Seconda Divisione, e quest’anno fermo a quota quattro da ormai due mesi. Gli girano intorno il diciannovenne scuola Roma Marco Frediani, elemento tutto tecnica e velocitĂ , e l’esperto beneventano Nicola Ciotola, veterano dei campionati di terza serie e giĂ  a L’Aquila l’anno scorso. Ad insidiare quest’ultimo ci sono l’ex Paganese Vittorio Triarico e l’altro talentino ex Primavera della Roma Amato Ciciretti.

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it