NOCERINA-ASCOLI 2-2. Ficarrotta e Lepore non bastano ad una Nocerina in vena di regali

NOCERINA-ASCOLI 2-2. Ficarrotta e Lepore non bastano ad una Nocerina in vena di regali

NOCERINA-ASCOLI 2-2

NOCERINA (4-4-2) Esposito; Lepore, Sabbione, Kostadinovic, Crialese; Cremaschi (14′ st Vilkaidis), Palma, Remedi, Ficarrotta (27′ st Hottor); Danti, Martinez (32′ pt Evacuo) (a disp. Schina, Vilkaitis, Hottor, Cristofari, Fortino, Jogan ). All. Fontana
ASCOLI (4-2-3-1) Pazzagli; Schiavino (21′ pt Massei), Bianchi, Scognamillo, Gandelli; Carpani (38′ st Hanine), Pestrin; Giovannini, Tripoli, Giacomini; Gragnoli (8′ st Iotti). ( a disp. Ronchi, Di Gennaro, Hanne, Grilli, De Iulis) All. Giordano.
Note: angoli 10-2; ammoniti: Massei (A), Palma (N), Bianchi (A), Danti (N); angoli recuperi: 1t 1 minuto, st 4 minuti.
Arbitro: Piscopo di Imperia.
marcatori: 1′ pt Ficarrotta (N); 12′ st Carpani (A); 17′ st Sabbione (N); 19′ st Tripoli (A)

NOCERA INFERIORE – Una Nocerina in vena di strenne natalizie non riesce a battere un coraggioso Ascoli che nonostate le difficolt√† porta a casa un prezioso pareggio. E buon per i rossoneri che, raggiunti, per ben due volte, al 91′ Tripoli non ha calciato alle stelle un sacrosanto rigore che avrebbe decretato la vittoria per i suoi e la clamorosa beffa per i pardoni di casa. I molossi pagano a caro prezzo i soliti errori difensivi ma anche le numerose occasioni sprecate in avanti, due pali compresi. La sosta in occasione delle festivit√† servir√† a Fontana per rivedere molte cose e lavorare sulle ingenuit√† che si pagano a caro prezzo. Consueto schieramento in casa rossonera, Fontana, deve rinunciare agli infortunati Falcone, Gragnanielo, Rizza, Romito, oltre che allo squalificato G. Russo. In panchina, infatti, va il portiere della Beretti Schino, rientra, inoltre Hottor, anch’egli destinato alla panchina. Nel classico 4-4-2 che affronta l’Ascoli riconfermato il duo Kostadinovic-Sabbione, quest’ultimo nonostante la prova negativa col Lecce, al centro della difesa, mentre Lepore e Crialese agiscono sulle corsie. Palma e Remedi sono gli interni di centrocampo, coadiuvati da Cremaschi e Ficarrotta sugli esterni. Il compito di offendere √® affidato a Danti e Martinez. Nell’Ascoli sono assenti Capece, Acampora e Russo, l’ex Giordano snatura il suo schema varando un 4-2-3-1, il pacchetto arretrato √® composto da Schiavino, Bianchi, Scognamillo e Gandelli. Davanti alla difesa agiscono Pestrin e Carpani, mentre sulla trequarti si muovono Giovannini, Tripoli e Giacomini in appoggio all’unica punta Gragnoli.

Sicuramente piacevole il primo tempo, soprattutto per merito della Nocerina che ha sciorinato un buon calcio, con azioni belle, l’unico appunto, forse, da muovere √® che i rossoneri sono stati poco cinici, sprecando parecchio. Nemmeno un giro di lancette e la Nocerina √® gi√† in goal, Palma lancia il liberissimo Ficarrotta che entra in area e batte con un preciso diagonale Pazzagli. L’avvio bruciante dei rossoneri coglie impreparato l’Ascoli che stenta ad organizzarsi, Lepore e compagni mettono in seria difficolt√† gli avversari con veloci contropiedi. Un tiro di Tripoli al lato, su sponda, di Gragnoli, all’11’, √® l’unica azione dei bianconeri. Episodio isolato, appunto anche perch√® qualche minuto dopo, precisamente al 18′, i molossi hanno la ghiotta opportunit√† di raddoppiare. Danti servito da Ficarrotta scocca un tiro dal limite che si stampa sul palo, la respinta termina sui piedi di Martinez che tutto solo spedisce clamorosamente alto. Due minuti dopo, in occasione del primo corner rossonero, la corta respinta della difesa ospite √® raccolta da Kostadinovic che calcia al lato. Giordano cerca di correre ai ripari, al 21′ toglie Schiavino per Massei, risponde Fontana avvicendando l’infortunato Martinez con Evacuo. Su un rapido ribaltamento di fronte, al 37,’ ci prova dal limite Giacomini ma il tiro termina alto. I Marchigiani avanzano il baricentro, senza, tuttavia, rendersi pericolosi, la Nocerina controlla le avanzate avversarie senza difficolt√†, cos√¨ si arriva fino alla fine, con gli uomini di Fontana meritatamente in vantaggio. La ripresa si apre come la prima frazione, con i rossoneri in avanti decisi a chiudere il match. Al 4′ sulla battuta del calcio d’angolo Lepore tira alto in diagonale, mentre al 6′ ottimo taglio in area di Palma per Danti che calcia a botta sicura in diagonale, ma Pazzaglia √® bravo a deviare di quel tanto che evita alla palla di entrare.

Proprio quando la Nocerina dava l’impressione di poter chiudere l’incontro, arriva la doccia fredda. E’ il 12′ quando i rossoneri perdono palla malamente a centrocampo che finisce a Carpano che dal limite ha tutto il tempo di mirare l’angolino e piazzare il pallone. I rossoneri reagiscono prontamente e si riversano in avanti, dopo qualche minuto di pressione si riportano nuovamente in vantaggio. Al 17′, infatti, sugli sviluppi dell’ennesimo corner, si crea una mischia furibonda in area, il pi√Ļ lesto di tutti √® Sabbione che di testa insacca. La gioia della Nocerina dura, per√≤, solo due minuti, un nuovo regalo della retroguardia campana, mette in condizione Tripoli di entrare in area e battere comodamente in uscita Esposito. Al 27′ Fontana sostituisce Ficarrotta con Hottor, Lepore avanza a centrocampo, la Nocerina passa al 4-3-1-2. Al 34′ su un traversone di Kostadinovic, gira di testa Evacuo, ma Pazzagli √® attento e para. Il pallino del gioco √®, comunque, sempre in mano ai molossi che cercano in tutti i modi di ritrovare l’ennesimo vantaggio. Al 37′ ancora una scorribanda sulla fascia di Kostadinovic e bel passaggio all’indietro per Lepore, il quale lavora un buon pallone per Palma che gira alto. I regali da parte dei rossoneri, tuttavia, non sono finiti qui, al 42′, infatti, un ingenuo Vilkaitis colpisce di mano in piena area, l’arbitro assegna il giusto rigore che Tripoli, calcia clamorosamente alto. Nonostante tutto la Nocerina va in bambola, al 91′ tocca all’incerto Esposito salvare il risultato in uscita disperata su Giovannini lanciato a rete. Un minuto dopo, per√≤, gli uomini di Fontana hanno un sussulto, Lepore ben servito al limite calcia a girare ma la Dea bendata gli volta le spalle mandando la palla a stamparsi sul palo. Il finale √® convulso e nonostante i rossoneri si gettano disperatamente in avanti il risultato non cambier√† pi√Ļ.

Roberto Errante, ForzaNocerina.it