NOCERINA, contro l’Ascoli per chiudere con un sorriso

NOCERINA, contro l'Ascoli per chiudere con un sorriso

Domani andrà in scena l’ultima partita del girone d’ andata di questo strano campionato di Prima Divisione, e sarà anche l’ultima vetrina di un 2013 contraddittorio per i colori rossoneri. In uno stadio probabilmente ancora semi-deserto, la Nocerina andrà a sfidare l’Ascoli, in quello che può definirsi uno scontro diretto che va ad interessare le zone basse della classifica.

Quattro giorni dopo il buon pareggio di Barletta, i rossoneri hanno perso immeritatamente contro il Lecce, mentre l’Ascoli, nelle stesse ore, viveva momenti drammatici dal punto di vista societario, con le vicende tecniche che passavano inevitabilmente in secondo piano.

Tra infortuni, squalifiche, diserzioni ed istanze fallimentari non è stata quindi una settimana tranquilla per due squadre che si avviano alla gara di domenica con la voglia di mettersi alle spalle quest’anno solare.

DA ASCOLI – Martedì, nel capoluogo marchigiano, 115 anni di storia venivano cancellati: ad un Ascoli morente ormai da tempo veniva staccata la spina. Nelle ore seguenti i tifosi si adoperavano per garantire quanto meno la trasferta di Nocera, raccogliendo in poche ore qualche migliaio di euro, provando ad evitare ulteriori mortificazioni al club bianconero, in attesa di tempi migliori. Sul fronte squadra, mister Giordano dovrĂ  fare a meno dello squalificato centrocampista Capece, con i vari Scalise, Acampora, Colomba ed Hanine non ancora a disposizione.

DA NOCERA – Problemi anche per mister Fontana che, squalificato, assisterĂ  al match di domenica dalla tribuna. Non saranno arruolabili tre portieri su quattro in rosa: oltre agli infortunati Falcone e Gragnaniello sarĂ  infatti assente anche lo squalificato Russo. ToccherĂ  quindi ancora ad Esposito custodire la porta rossonera. Non sarĂ  piĂą presente al San Francesco nemmeno da spettatore Ciro De Franco: il capitano di inizio anno, ed unico superstite della squadra che aveva conquistato la B due anni e mezzo fa, ha infatti rescisso in settimana il contratto che ancora lo legava alla Nocerina per accasarsi al Matera insieme all’altro ex Marsili. Non c’è però spazio per i ricordi: l’obiettivo immediato è quello di ritornare a far punti.

Alessio Fortino, ForzaNocerina.it