NOCERINA: in Procura la partita più difficile

NOCERINA: in Procura la partita più difficile

Si giocherà da oggi negli uffici della Procura Federale la partita più difficile per la Nocerina reduce dalla vittoria nel derby con la Paganese. Al via le audizioni nell’ambito dell’inchiesta sui fatti che hanno portato alla sospensione del derby di Lega Pro tra Salernitana e Nocerina dello scorso 10 novembre. Dopo aver esaminato gli atti ricevuti dal Giudice Sportivo della Lega Pro, il Procuratore Federale ha disposto gli interrogatori di 28 tesserati (calciatori, tecnici e dirigenti) delle due società.

Si comincia oggi con Peppe Rizza e Giancarlo Malcore. Rinviata ad altra data, invece, l’audizione di Kris Jogan e Carlo Cremaschi, che per impedimenti personali sono stati costretti a saltare la prima convocazione di Palazzi. I calciatori rossoneri saranno assistiti da Alessio Piscini  il legale scelto dall’Associazione Italiana Calciatori.

Tra i convocati di oggi in Procura Federale c’è anche l’attaccante della Salernitana Matteo Guazzo, chiamato a confermare le cose dette ai giornalisti nel dopo-partita, cioè che aveva visto gli avversari piangere in campo a causa dello stato d’animo non adatto ad una partita di calcio.

La Nocerina punta ad uscirsene con una responsabilità oggettiva non per illecito sportivo ma per violazione dei principi di lealtà sportiva. In tal caso, niente penalizzazioni future ma ammenda per la società e squalifica di qualche mese al massimo per il rappresentante legale Citarella, l’accompagnatore Pavarese, l’allenatore in panchina Fusco ed i calciatori protagonisti di sostituzioni ed infortuni lampo. Lo spauracchio vero, ovviamente, resta la condanna ad illecito sportivo con responsabilità diretta, che comporterebbe retrocessione d’ufficio alla categoria inferiore e pesanti squalifiche per i tesserati coinvolti.

redazione ForzaNocerina.it