UNA CANZONE PER… la prima vittoria della Nocerina

UNA CANZONE PER… la prima vittoria della Nocerina

Non è stata delle più spettacolari la quattordicesima giornata del girone B di Prima Divisione, ma come sempre, ha decretato dei verdetti importanti e ha fatto registrare anche qualche sorpresa. Vince ancora il Lecce, che batte 1-0 un Grosseto nuovamente in picchiata. Termina invece con un nervoso 0-0 la partitissima tra Pisa e Salernitana, con questi ultimi rimasti in nove. Grandi stravolgimenti nelle zone alte della classifica, che vedono, quasi a sorpresa, il Perugia passare al comando solitario dopo il successo esterno sul Viareggio. A farne le spese è L’Aquila, che cade inaspettatamente in casa contro il Gubbio. Pari tra Ascoli e Prato per 1-1, mentre vengono rinviate per maltempo Barletta-Pontedera e Catanzaro-Benevento. Definisce il quadro domenicale il derby tra Paganese e Nocerina, giocata sul neutro di Pontedera e terminata 1-2 per i molossi, che colgono la prima vittoria stagionale, che molto probabilmente sancisce la fine di un incubo.

EVERY TEARDROP IS A WATERFALL – E sono proprio i rossoneri di Gaetano Fontana i protagonisti della nostra rubrica settimanale UNA CANZONE PER… .Ad essi dedichiamo con grande piacere uno dei brani più acclamati della musica pop degli anni duemila. Esso ha completamente capovolto i canoni della musica pop. Le quasi inedite sonorità della musica dance – totalmente sconosciute alla musica popolare – accompagnate dalla tipica melodia delle cornamuse scozzesi nella parte centrale del testo, scandiscono il ritmo della canzone in modo perfetto, rendendola così ancor più coinvolgente. Il videoclip è girato il stop-motion in un capanno abbandonato di Londra, avvolto da mille luci e colori. Stiamo parlando del singolo dei Coldplay, estratto nell’estate 2011 dall’album “Mylo Xyloto”, intitolato “Every teardrop is a waterfall”, in italiano, “Ogni lacrima è una cascata”.

PER LA NOCERINA PROVA DI RABBIA E DETERMINAZIONE – Beh, nel caso di questa Nocerina, non c’è titolo più azzeccato di questo. I molossi infatti, guidati dalla determinazione e dalla rabbia scaturita da una serie infinita di sconfitte e di umiliazioni, compresi i fatti del derby con la Salernitana, sono riusciti a ottenere la prima vittoria in campionato nel derby dell’Agro contro la Paganese. Ci hanno pensato Evacuo jr. e Franco Lepore a portare a casa i tre punti, che forse, proprio come una lacrima, ne valgono 100, l’equivalente di una cascata di emozioni che è destinata a non finire.

LE CASCATE DI EMOZIONI DEI COLDPLAY – Anche i Coldplay se ne intendono di emozioni, soprattutto se provocate da un successo planetario proprio come questo singolo, premiato con il Disco d’oro in Australia, Belgio e Stati Uniti, con quasi un milione di dischi venduti. Un risultato eccezionale per il complesso britannico, che sarà solo il preludio di nuovi tormentoni come, giusto per citarne uno, “Princess of China”. I Coldplay, grazie alla voce del leader Chris Martin, riescono ad esprimere le scroscianti cascate di emozioni che comporta un nuovo amore o semplicemente, qualcosa che ti ha fatto felice. Anche per questo il cantante inglese utilizza questa metafora tra la lacrima e la cascata, che rendono ancor più comprensibile il concetto di semplicità, uno dei valori umani sicuramente più importanti. Egli lo cita nel testo con la naturalezza della grande pop-star, – “I turn the music up, I’d rather be a comma than a full stop. Every teardrop is a waterfall” – Alzo il volume, preferisco essere una virgola piuttosto che un punto. Ogni lacrima è una cascata. Anche la Nocerina preferisce la virgola al punto, ed è proprio questo il motivo per cui i molossi hanno vinto un derby che magari non resterà nella storia, ma che li vede primeggiare di nuovo, dopo un periodo da incubo.

I TIFOSI ROSSONERI DISERTANO IL SAN FRANCESCO, MA IL LORO AMORE PER LA NOCERINA RESTA SEMPRE PIU’ INCONDIZIONATO – Periodo da incubo che però i tifosi non hanno ancora dimenticato. Il derby con la Salernitana ha causato dei danni non indifferenti. I supporters molossi si sono sentiti traditi e per questo motivo diserteranno il San Francesco. Decisione dolorosa, ma forse necessaria per dare un segnale forte a chi di dovere che però non condizionerà il loro infinito attaccamento alla causa molossa. Che dire, attendiamo tutti risvolti importanti in questa situazione. Intanto però, non nuocerebbe di certo alla salute svuotarsi la mente e ascoltare “Every teardrop is a waterfall”.

Domenico Pessolano, ForzaNocerina.it