SALERNITANA-NOCERINA: derby farsa all’Arechi, gara sospesa dopo venti minuti

SALERNITANA-NOCERINA: derby farsa all'Arechi, gara sospesa dopo venti minuti

SALERNITANA – NOCERINA 0-0 (sospesa al 20′)

SALERNITANA (3-5-2): Iannarilli, Luciani, Piva, Montervino, Sbraga, Tuia, Capua, Pepretuini, Ginestra, Mounard, Guazzo. A disp. Berardi, Chirieletti, Siniscalchi, Volpe, Ricci, Vagenin, Mendicino. All. Perrone

NOCERINA (4-4-2): Gragnaniello; Lepore, Hottor, Kostadinovic, Rizza; Polichetti (2’pt Cremaschi); Palma, Remedi, Ficarrotta (2’pt Malcore); Evacuo (2’pt Jogan), Danti. A disp. Esposito, Cremaschi, Crialese, Cristofari, Malcore, Jogan, Martinez. All. Fontana

ARBITRO: sig. Sacchi di Macerata

NOTE: giornata soleggiata. Campo in discrete condizioni. Spettatori 8392. Ammoniti: Kostadinovic per la Nocerina; Espulsi a fine partita Ficarrotta (N) e Iannarilli (S) per reciproche scorrettezze

SALERNO – Fischio finale dopo soli 20′ per Salernitana-Nocerina e probabile vittoria a tavolino per 3-0 dei granata. Finisce come peggio non poteva il derby dell’Arechi. Che non sarebbe stata una domenica come tutte le altre lo si capisce molto prima del fischio d’inizio.

L’imponente servizio d’ordine tiene, fuori dall’impianto di via Allende tutto fila liscio. Il bus con a bordo i calciatori della Nocerina raggiunge l’antistadio senza problemi, ma i calciatori della Nocerina, una volta arrivati a destinazione si rifiutano di scendere, non vogliono mettere piede sul terreno di gioco come da richiesta dei un nutrito gruppo di tifosi della Nocerina, che in mattinata li avevano raggiunti in ritiro, per protestare contro la decisione del Prefetto di vietare la trasferta ai sostenitori molossi.

Poi gli stessi calciatori della Nocerina, dopo le rassicurazioni del questore di Salerno, Antonio De Iesu, avevano accettato di scendere in campo, ma la partita si è trasformata subito in una farsa.

Dopo soli 50 secondi il tecnico dei molossi Fusco (che ha sostituito in panchina lo squalificato Fontana) effettua le tre sostituzioni (Cremaschi per Polichetti, Malcore per Ficarotta e  Jara Martinez per Evacuo) dando un chiaro segnale di quella che sarebbe stata la partita dell’Arechi.

Subito dopo i tre cambi, Remedi, Hottor, Danti, Kostadinovic e Lepore subiscono degli ‘infortuni’ in soli 15’, costringendo il direttore di gara Sacchi a decretare la fine della partita per mancanza del numero tecnico di calciatori in campo. Durante i pochi minuti di gioco lo stadio Arechi di Salerno è stato sorvolato da un aereo ultraleggero che mostrava uno striscione con la scritta “Rispetto per Nocera  e per gli ultras”. Espulsi dopo il triplice fischio Ficarrotta e Iannarilli per reciproche scorrettezze.

redazione ForzaNocerina.it