GIRONE B: impresa del Barletta contro il Frosinone, il Perugia allunga in vetta

GIRONE B: impresa del Barletta contro il Frosinone, il Perugia allunga in vetta

E’ durato solo una settimana il primato del Frosinone, il Perugia, infatti, batte il Grosseto ed approfittando dello stop proprio dei Ciociari, balza in testa. Pari tra Catanzaro e Lecce, tornano al successo l’Aquila e Pisa, nuovo crollo della Salernitana, in coda Nocerina e Paganese fanno a gara a chi perde di più!

VOLA IL PERUGIA, CADE IL FROSINONE, E’ DI NUOVO CAMBIO DI GUARDIA! Non senza fatica ed in rimonta gli Umbri battono il Grosseto, che si era portato sul 2-1, grazie ad una doppietta di Bombagi e risale, con 41 punti, al primo posto. Scende, infatti, al secondo il Frosinone che resta a quota 39, i Laziali perdono inopinatamente a Barletta nonostante il vantaggio allo scadere del primo tempo con Blanchard. I Pugliesi nella ripresa con due reti completano la rimonta. Non ne approfitta il Lecce che a Catanzaro coglie solo uno striminzito pareggio, il quale con 34 punti lo mantiene ancora lontano dalle posizioni di vertice. Torna a sorridere l’Aquila che coglie tre punti d’oro contro l’Ascoli e a quota 32 si porta al quarto posto. Gli uomini di Pagliari, però, faticano più del previsto per avere ragione dell’Ascoli, riuscendoci al 94′ grazie al solito, ex molosso, Pomante.

IN ZONA PLAY OFF VINCONO PISA E PONTEDERA, ARRANCA IL CATANZARO. Il Pisa batte a fatica la Nocerina e con 31 punti aggancia il Catanzaro, fermato in casa dal Lecce e sale al quinto posto. Per la formazione di Cozza pratica già chiusa nel primo tempo, ma tanto per cambiare una vittoria agevolata non poco dai rossoneri. Tre gradini più in basso, a quota 28, troviamo la coppia Benevento e Pontedera, quest’ultimi, infatti, battendo con pieno merito la Salernitana raggiungono in classifica i Sanniti, fermi per la sosta di calendario. Il Prato cade a Gubbio e resta a punti 26, così come il Grosseto a Perugia, un punto in meno, cioè 25, ma i Toscani hanno di che recriminare per non essere riusciti a mantenere il vantaggio, dopo la rete iniziale dei Grifoni. Continua a non trovar pace la Salernitana che a Pontedera perde il match e la faccia, surclassata dai Toscani già sul doppio vantaggio dopo appena 20 minuti. Con 24 punti e nettamente al di sotto delle aspettative, a quanto pare la nuova avventura di Perrone sembra sia arrivata al capolinea. Salva, invece, la panchina Roselli, il suo Gubbio, con una rete di Falzerano nella ripresa batte il Prato e sale a 23 punti, mantendendosi in scia per i play off.

NELLE ZONE BASSE BEL BALZO IN AVANTI DI VIAREGGIO E BARLETTA. Il Viareggio travolge la Paganese a domicilio e si porta a quota 20, tallonato dal Barletta che coglie tre punti d’oro ai danni del Frosinone e sale in quart’ultima posizione con 18 punti. Un goal di Lamantia al 90′ regala il successo ai Pugliesi che scavalcano l’Ascoli battuto a l’Aquila, ma i Marchigiani si arrendono solo al 94′, dopo essere riusciti a pareggiare il vantaggio iniziale dei pardoni di casa. Perde, sia pure con dignità, la Nocerina ad opera del Pisa e resta penultima a quota 12, ultima è la Paganese, con 10 punti, che viene asfaltata in casa dal Viareggio, la cura Belotti non sta dando gli effetti sperati.

Roberto Errante, ForzaNocerina.it