NOCERINA: 90 minuti per provare a dimenticare problemi e amarezze

NOCERINA: 90 minuti per provare a dimenticare problemi e amarezze

E’ un futuro indecifrabile quello che attende la Nocerina, che dal processo di martedì non esce di certo con grande ottimismo. “Esclusione dal campionato e retrocessione in categoria inferiore”: questa la richiesta del procuratore federale Palazzi, piĂą che intenzionato a punire la societĂ  rossonera per via dei fatti di Salerno. Parole che hanno gelato la piazza, sempre piĂą in preda al terrore di non farcela, con le speranze di permanenza nella categoria e piĂą in generale di un futuro rosero che si riducono inesorabilmente al lumicino. Per fortuna o meno, dipende dai punti di vista, che nel bel mezzo di questo pandemonio c’è comunque un campionato da continuare ad onorare al meglio.  Domani al San Francesco arriva un Pisa che punta al vertice e che non può concedersi altri passi falsi. Avversario che non induce di certo all’ottimismo, complice anche il ricordo della sfida d’andata, terminata con un roboante 5-2 per i nerazzurri.

PISA IN CRISI E IN CERCA DI UNA SVOLTA – I toscani non attraversano un buon momento di forma, non riuscendo a trovare continuità di rendimento. L’avvicendamento in panchina con Ciccio Cozza che ha sostituito Dino Pagliari non ha ancora portato i frutti sperati e i nerazzurri si sono pian piano allontanati dalla vetta della classifica pur rimanendo in piena corsa per i play-off. Le altre però corrono e per il Pisa la sfida di questo pomeriggio diventa una tappa davvero fondamentale della stagione. Una vittoria potrebbe finalmente sancire la svolta tanto attesa.

ARMA-NAPOLI TANDEM DA INGABBIARE, A CENTROCAMPO CUORE GRINTA PER CONTRASTARE L’EX MINGAZZINI – La Nocerina, dal suo canto, non ha nulla da perdere, potendo giocarsela a viso aperto senza l’assillo del risultato a tutti i costi. Occhio però al tandem d’attacco pisano Arma – Napoli, clienti non facili che dovranno essere guardati a vista dai due centrali rossoneri Kamana, che molto probabilmente sostituirĂ  lo squalificato Sabbione, e Kostadinovic. A centrocampo torna titolare Cristofari, che prenderĂ  il posto dell’ex capitano molosso Antonio Palma, il quale in settimana ha salutato tutti ed è tornato all’Atalanta che lo ha poi girato in prestito al Como. Al fianco dell’ex Prato agirĂ  Remedi, col compito di rompere le trame di gioco del folto centrocampo del Pisa, che potrĂ  contare su Mingazzini, Favasuli e Sampietro. Sulle fasce ci vorrĂ  tanto sacrificio e velocitĂ  nelle combinazioni e magari non guasterebbe qualche cambio di gioco in piĂą, rischiando anche il tocco di prima per disorientare una difesa ospite comunque molto affidabile. In attacco ci si affiderĂ  a Danti ed Evacuo, entrambi animati dalla voglia di riscattare le ultime prestazioni non proprio esaltanti.

Potrebbe essere l’ultima al San Francesco per i molossi e allora che vittoria sia per provare a dimenticare almeno per un giorno i tanti, troppi problemi degli ultimi mesi.

Domenico Pessolano, ForzaNocerina.it