FOCUS: goal ed errori nel 2-2 tra Nocerina ed Ascoli

FOCUS: goal ed errori nel 2-2 tra Nocerina ed Ascoli

Finisce 2-2 tra Nocerina ed Ascoli nell’ultimo match di questo 2013 fatto di alti e bassi, per i rossoneri come per i marchigiani, anche se negli ultimi tempi sembrerebbero molte di più le note negative: è di qualche giorno fa, infatti, la notizia che l’Ascoli Calcio 1898 è oramai in fin di vita, essendo stato dichiarato il fallimento della società bianconera. La gara del San Francesco ha visto le marcature di Ficarrotta e Sabbione per i molossi e di Carpani e Tripoli per il Picchio. Vediamo insieme gli episodi che hanno caratterizzato la gara.

focus_nocerina_ascoli_golficarrottaC’è subito un dato curioso da notare: spesso è la Nocerina ad andare sotto fin dalle prime battute, ma contro i bianconeri è accaduto l’opposto. Primo minuto di gioco, palla sul destro di Palma che inventa un bellissimo passaggio al volo per Ficarrotta, l’esterno sinistro dei molossi senza pensarci troppo calcia in porta e fa 1-0. Immediato dunque il vantaggio dei rossoneri, ottima azione ispirata dal gioiellino scuola Atalanta. Poco reattiva in questa occasione la difesa dell’Ascoli, che lascia passare il filtrante di Palma.

focus_nocerina_ascoli_paloGhiotta l’occasione per la Nocerina al minuto numero 18: palla da Ficarrotta, sicuramente autore di una bella prestazione, per Danti, il folletto calabrese dai 15 metri calcia ad effetto e stampa la sfera sul palo alla sinistra di un Pazzagli ormai battuto; sulla ribattuta arriva Jara Martinez, che tutto solo ed indisturbato spara alle stelle fallendo così la nitida occasione per il raddoppio dei molossi.

focus_nocerina_ascoli_golcarpanoNella ripresa il copione non cambia, e i rossoneri, dopo una buonissima prima frazione nella quale hanno creato parecchi grattacapi alla retroguardia bianconera, cercano il gol del 2-0, prima con un tiro alto di Lepore e poi con Danti, che sbaglia un diagonale graziando Pazzagli. Quando i molossi credono di poter arrivare al gol del raddoppio, l’Ascoli si sveglia e pesca il jolly dal mazzo: 57’, palla sulla trequarti che giunge sui piedi di Carpani, il centrocampista bianconero calcia a giro con il destro e pesca l’angolino lasciato scoperto da Esposito, che può solo sfiorare la sfera. 1-1 Ascoli e doccia fredda per un’intraprendente Nocerina.

focus_nocerina_ascoli_golsabbiòòòneDopo solo cinque minuti i ragazzi di Fontana mostrano tanto orgoglio trovando il nuovo vantaggio, prima con un tentativo sugli sviluppi di un corner dalla destra, e poi proprio su un’azione analoga: calcio d’angolo con la palla che arriva in mischia, Sabbione salta più in alto del proprio marcatore e schiaccia in rete. Due a uno per i molossi, che per la prima volta in stagione passano per due volte in vantaggio nella stessa partita. Grande la gioia sul volto del difensore ligure.

focus_nocerina_ascoli_goltripoliIl Picchio però non ci sta e cerca il pareggio, trovandolo con una grandissima triangolazione al 64’: Tripoli scambia con Iotti che riceve il passaggio e serve il compagno con un grandissimo passaggio filtrante; tutto facile l’attaccante bianconero, che senza problemi batte Esposito e pareggia di nuovo l’incontro dopo appena due minuti dal gol del 2-1.

focus_nocerina_ascoli_fallodimanoLa gara diventa un susseguirsi di emozioni, con i bianconeri che ci provano dalla distanza e i molossi che replicano cercando di sfruttare episodi in mischia, dettati dagli inserimenti di Danti e Ficarrotta. Si erge così a protagonista, in negativo, il lituano Vilkaitis, il quale salta con le braccia altissime e tocca la sfera con le mani regalando all’Ascoli un rigore decisamente ingenuo. Dal dischetto si presenta Tripoli, il numero 10 bianconero non riesce però ad inquadrare lo specchio della porta calciando clamorosamente alto il rigore del possibile 2-3.

focus_nocerina_ascoli_paloleporeI sussulti non finiscono però al rigore sbagliato dall’Ascoli, perché Lepore riceve una buona palla sulla destra, servita da un sempre impeccabile Palma, e stampa sul palo un siluro che aveva già battuto Pazzagli. Davvero sfortunata la Nocerina, il risultato poteva tranquillamente volgere a favore dei molossi, autori di una prova davvero molto convincente, escludendo diverse pecche difensive. L’Ascoli fa valere la propria maggiore esperienza e punisce le ingenuità dei rossoneri, graziati da Tripoli nell’occasione del rigore fallito. Sarebbe stato però troppo per la truppa Fontana, che dimostra voglia di crescere e di fare risultato.

Marco Stile, ForzaNocerina.it