NOCERINA: “mazzate” su tutti i fronti!

NOCERINA: “mazzate” su tutti i fronti!

PARABOLA DISCENDENTE. Non era più il presidente in carica della Nocerina, già da diverso tempo, ma resta comunque l’amministratore unico della società di via Alveo Santa Croce, Giovanni Citarella, amo et odi, dei tifosi rossoneri. Dalle gioie per il rilancio della squadra molossa che annaspava nei campionati dilettantistici,  fino alla serie B, che mancava da trentatré anni, poi la retrocessione, la costruzione di uno squadrone per vincere di nuovo e ritornare alla ribalta del calcio nazionale, ed invece inizia il declino dopo i play-off persi a Latina. Dimissioni, società azzerata, iscrizione a rischio ed obiettivi al minimo, sono queste le componenti del tremendo film vissuto dai tifosi nocerini nella rovente estate scorsa.

FUTURO? RESTA INCOGNITO. Ma il peggio non era ancora arrivato, dopo la costruzione di una squadra con poche ambizioni, arrivano le sconfitte sul campo e come se non bastasse pervengono gli schiaffi relativi ai fatti del derby farsa di Salerno che “consacrano” la rottura tra l’attuale proprietà e la tifoseria molossa, rea, a detta dei tifosi, di aver taciuto la verità. La Nocerina e i suoi supporters sono colpiti al cuore, viene ipotizzato l’illecito sportivo e viene paventata la radiazione del club dal calcio che conta, mancano poco meno di due settimane dall’inizio del processo davanti alla Commissione Disciplinare, ma la sorte continua a beffeggiarsi dei colori rossoneri, facendo guadagnare alla gloriosa e ultracentenaria società un’altra pagina nefasta sui principali media nazionali: arrestato il presidente della Nocerina! Evasione da 34 milioni di euro per aver versato contributi in nero a più di 60 ex tesserati del club a strisce rossonere. Beghe legate alla giustizia sportiva e da oggi anche alla giustizia ordinaria, quale sarà il futuro della Nocerina?

Intanto in città e sui social network, ci si divide tra innocentisti e colpevolisti ma queste sono cose che non fanno bene a nessuno, Nocera e i Nocerini continuano a pagare errori non propri.

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it