NOCERINA: tifosi delusi, ma guai a mollare proprio ora

NOCERINA: tifosi delusi, ma guai a mollare proprio ora

Quante ne abbiamo sentite negli ultimi mesi, quante ne abbiamo dovute digerire e al culmine di tutta questa surreale vicenda ci siamo trovati senza Nocerina, strappata da un campionato che aveva poco senso se non per la Sua presenza, ci siamo trovati senza una societĂ  caduta in disgrazia tra vicende giudiziarie della proprietĂ  e dimissioni di alte cariche, ci siamo trovati senza una curva, svuotata dai Daspo e dalle accuse rivoltegli contro dopo la mattinata di San Severino.

In questo momento la gloriosa A.S.G Nocerina 1910 è fuori da ogni competizione per l’anno in corso e sebbene ci siano altri 2 gradi di giudizio, considerando le motivazioni talvolta forzate della prima sentenza, ci sarebbero margini di speranza che scaramanzia e realismo ci spingono a tenere serbati dentro di noi.

Tra le tante cose che ci ha tolto tutta questa storia, ve ne sono alcune intoccabili, ci ha lasciato un nome “Nocerina” che domani festeggerà il suo 104esimo compleanno, il tono ovviamente sarà dimesso, come non potrebbe esserlo, ma l’orgoglio di rappresentarlo non sarà intaccato, il ricordo dei fasti recenti e passati e la speranza dei futuri riscatti faranno da volano affinché in ogni tifoso ci sia voglia di credere che i prossimi compleanni della Nocerina siano migliori.

Ci ha lasciato un vuoto enorme però, la Domenica, l’appuntamento con quei colori, nonostante diserzioni e  contrasti, resta l’amarezza per una scelta che in questo momento è imposta e non lasciata al libero arbitrio, ed è in questi momenti che non dobbiamo smettere di essere tifosi, il rischio che si corre è proprio che tutte le delusioni che si sono succedute da Maggio 2012 fino a mercoledì scorso possano di fatto creare una frattura tra la città e la propria squadra e il fatto di non giocare potrebbe solo contribuire ad aumentare questa frattura.

Però una piccola arma nelle nostre mani per dimostrare all’Italia intera di cosa è capace la Nocera sportiva ce l’abbiamo, seguire la Nocerina Berretti, seguire i giovani molossi che si stanno battendo con onore tra mille sacrifici, ragazzi che amano questi colori e lo dimostrano allenamento dopo allenamento e partita dopo partita. L’idea lanciata sui social da diversi tifosi è stata ripresa in pieno dall’associazione Nocerini che ha già inoltrato al responsabile del settore giovanile Pasquale Ussia la richiesta di far disputare gli incontri casalinghi della squadra Berretti rossonera al San Francesco dando cosi a tutti i tifosi molossi l’opportunità di poter continuare a tifare per quella maglia che hanno sempre amato.

In tempi difficili, accontentarsi di poco permette a noi tutti di NON SMETTERE DI ESSERE TIFOSI.

Massimiliano Bergamo, ForzaNocerina.it