PERUGIA-NOCERINA 2-1. ANDREA CAMPLONE: “Abbiamo rischiato grosso”

PERUGIA-NOCERINA 2-1. ANDREA CAMPLONE: “Abbiamo rischiato grosso”

Una vittoria sofferta, forse più del previsto. Mister Camplone commenta così la prestazione dei suoi contro la Nocerina, una prestazione che ha consentito di mantenere il primato: “dopo la sosta non è mai facile riprendere con la mentalità giusta,” spiega il tecnico umbro, “abbiamo commesso tanti errori, anche tecnici, favoriti dal campo in condizioni non perfette; loro sono stati bravi a chiudere ogni spazio ed a pressare alto su Conti e Scognamiglio, mettendoci in difficoltà.” Insomma, un Perugia bello solo a metà: “abbiamo avuto comunque diverse occasioni da gol,” prosegue Camplone, “dopo il vantaggio la squadra si è svegliata ed abbiamo fatto bene; gli ultimi venti minuti, invece, sono stati da dimenticare: abbiamo rischiato di pareggiare la partita perché loro ripartivano e lo facevano anche bene.”

Ha sorpreso l’inserimento di Barison, con Vitofrancesco relegato in panchina: “vivo di sensazioni, dormo poco la notte perché penso a come far giocare la squadra,” scherza il tecnico perugino, “sapevo che loro avrebbero pressato molto alto e mettere Vitofrancesco a sinistra, che di piede è un destro, sarebbe stato un azzardo; per questo ho preferito Barison che aveva fatto bene in coppa e si è ripetuto anche oggi.” A seguire Filipe Gomes, protagonista di un buon match: “bisognava mettere dentro il terzo gol,” spiega il regista carioca, “partite del genere vanno chiuse prima, abbiamo sprecato tante palle gol e poi, dopo il gol del 2-1, la Nocerina ha preso coraggio e sfruttando anche il campo pesante e la stanchezza è andata due volte vicino al pareggio.” Qualche brivido nel finale c’è stato: “ripartivano bene e ci hanno messo in difficoltà in più di un’occasione,” ammette Filipe, “ora, però, ci godiamo il successo; siamo contenti del primato ma il campionato è ancora lungo, niente è deciso per ora.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it