TOP 11: Zappino chiude la porta, Panariello regala la prima gioia a Belotti e Fusco

TOP 11: Zappino chiude la porta, Panariello regala la prima gioia a Belotti e Fusco

Diciottesima giornata di campionato, di certo non sono mancate le sorprese, di seguito la Top 11 di ForzaNocerina.it, del girone B di Prima Divisione:

MODULOM SCELTO: 3-4-3

PORTIERE

ZAPPINO (Frosinone): L’estremo difensore brasiliano chiude la porta ciociare a doppia mandata sfoderando una prestazione che vale i tre punti e forse anche di più della rete di Curiale. Tanti gli interventi decisivi, su tutti il rigore parato al quindicesimo della ripresa a Tripoli.

DIFENSORI

FALASCO (Viareggio): Il migliore in campo insieme a tutta la linea difensiva viareggina. Si trova spesso a dover affrontare in inferiorità numerica Fioretti e Germinale ma è sempre bravo a non farsi sorprendere.

TERIGI (Grosseto): Il difensore agli ordini di Cuccureddu disputa una partita ordinata senza nessuna sbavatura nella gara con il Pontedera. In vantaggio per due volte i compagni di squadra calano di tensione e lasciano la retroguardia in balia di Grassi e Arrighini due dai goal facili, ma lui a differenza degli altri non si scompone.

PANARIELLO (Paganese): Si trova a giocare di fronte ad uomini come Altinier, Mancosu e soprattutto Felice Evacuo, lui non si lascia trasportare e gioca una gara condita anche dalla rete che regala il pareggio a Belotti e Fusco subentrati in settimana a Maurizi.

CENTROCAMPISTI

MARTELLA (Pisa): E’ lui il man of the match della prima gara da allenatore del Pisa di Ciccio Cozza. Dopo un primo tempo di studio da parte delle due compagini nella ripresa è proprio il centrocampista a regalare la gioia del vantaggio ai suoi, quando su assist di Pellegrini spedisce con una botta imparabile la palla sotto la traversa.

VITIELLO (Catanzaro): Insieme al compagno di reparto Russotto è il migliore in campo e padrone del centrocampo. Le sue accelerazioni mettono in continua difficoltà gli avversari, impreciso sotto porta quando a metà ripresa spreca e non regala la vittoria ai suoi.

BOMBAGI (Grosseto): Pronti via segna la rete del vantaggio con uno splendido destro al volo su traversone di Ferretti. Sempre al centro della manovra maremmana.

VANNUCCHI (Viareggio): Il trequartista ex Empoli gioca una partita di grande qualità e sagacia tattica. Tutti i palloni passano dalle sue parti, è onnipresente nella fase offensiva della manovra viareggina.

ATTACCANTI

FABINHO (Perugia): Una prestazione mostruosa la sua, trascina gli avversari da destra a sinistra del campo. Non si ferma mai se non quando al venticinquesimo della ripresa Camplone gli regala la standing ovation, una volta uscito il Perugia si fa mettere sotto dalla Nocerina.

MAZZEO (Perugia): Un attaccante a tutto campo. Spinge i suoi alla vittoria e segnando le due reti che valgono i tre punti. Segna e non esulta in entrambe le occasioni, accodandosi all’elenco di calciatori che rendono omaggio da avversari alla tifoseria molossa.

CURIALE (Frosinone): Ancora una volta decisivo. Al settimo della ripresa sigla la rete del definitivo uno a zero su calcio di punizione. Una partita di sofferenza contro un Ascoli spinto dagli ottomila sostenitori presenti per protestare contro il fallimento di una squadra dal passato glorioso.

PANCHINA

Testa (p,L’Aquila); M.Ciofani (d,Frosinone), Goldaniga(d,Pisa); Russotto (c,Catanzaro), Carcione (c, L’Aquila); Altinier (a,Benevento), D. Evacuo (a,Nocerina).

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it