SERIE D GIRONE H, il punto sul girone

SERIE D GIRONE H, il punto sul girone

Resta ancora aperta, almeno per la matematica, la corsa alla promozione in Lega Pro nel girone H di Serie D. Nel turno infrasettimanale pre-pasquale il Trastevere di mister Gardini fa tre passi avanti importanti verso l’agognata vittoria del torneo. Successo prezioso quello ottenuto dai granata contro il Nardò di Fogliamanzillo, ostacolo duro per tutte in questo ultimo scorcio di torneo. Un ostacolo liquidato con un secco tris, griffato dalla doppietta di Tajarol e dalla rete di Pagliaroli. Non sono mancate, però, le solite polemiche arbitrali: polemiche per la direzione del signor Bitonti di Bologna che ha espulso forse un po’ frettolosamente Rosato a metà primo tempo ed avrebbe negato un rigore agli ospiti per un fallo su Kyeremateng. Polemiche che, comunque, non scalfiscono il primato dell’undici laziale, ormai vicinissimo ad un traguardo che ad inizio stagione sembrava impossibile.

VINCONO BISCEGLIE E NOCERINA – Tra i capitolini ed il sogno promozione resta solo il Bisceglie di mister Ragno, unica squadra ancora in grado di competere con l’undici di Gardini per la prima piazza. Preziosissima vittoria in extremis per i nerazzurri, capaci di imporsi in trasferta contro l’Herculaneum. Gara da brividi quella del Vallefuoco di Mugnano, con i pugliesi in vantaggio con Montaldi ad inizio ripresa. I padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Costantino ma artigliano il pari a tre dal termine con una punizione di Sorrentino; la gioia partenopea, però, dura poco ed un minuto dopo Miale regala ai nerazzuri la rete del successo. Vittoria in trasferta anche per la Nocerina che si impone addirittura per 0-7 sul campo del derelitto Ciampino: tra i mattatori di giornata il difensore Cacace, autore di una doppietta. Successo pesante in chiave play-off per il Gravina che vince a Genzano: decidono le reti di Picci e Chiaradia.

FINALE INFUOCATO – Finale di torneo ancora tutto da scrivere, quindi, con due squadre a contendersi la promozione e la Nocerina interessata alla corsa al terzo posto. Calendario tutt’altro che agevole per la capolista Trastevere che alla ripresa del torneo dovrà rendere vista al Gravina, quarta forza del girone; poi le sfide contro le pericolanti Manfredonia e Cynthia. Un big match lo dovrà affrontare anche il Bisceglie, al San Francesco, contro la Nocerina; facile però pensare a due vittorie nelle altre due sfide, quelle contro il Ciampino, ormai spacciato, e contro l’Agropoli, quanto meno condannato ai play-out. Anche per la Nocerina non ci saranno sfide banali negli ultimi centottanta minuti: prima la doppia in casa contro Agropoli e Bisceglie, poi la trasferta di Manfredonia per chiudere la stagione. Difficile per i molossi, considerando gli incroci, pensare di andare oltre il terzo posto.

Immagine

Quasi fuori dai giochi la Gelbison nella corsa ai play-off. Per il quarto posto, invece, resta aperta la lotta tra le due pugliesi. Calendario non facilissimo per il Gravina che, dopo la supersfida contro il Trastevere, dovrà vedersela con Potenza e San Severo, formazioni in lotta per evitare i play-out ma che potrebbero anche acquisire la salvezza in anticipo. Stesso discorso per il Nardò che affronterà in sequenza Potenza, Herculaneum e Francavilla, tutte squadre pericolanti, almeno sulla carta

Immagine1

Apertissima anche la corsa per evitare i play-out, una corsa che coinvolge ben nove squadre. Ma bisognerà anche capire se i play-out si disputeranno: gli spareggi non si disputeranno se tra 13^ e 16^ e 14^ e 15^ classificate ci saranno più di 8 punti di distacco. Al momento, quindi, si disputerebbe un solo play-out, quello tra Rionero e Madrepietra; l’Agropoli retrocederebbe direttamente, insieme a Cynthia e Ciampino, mentre tutte le altre squadre sarebbero automaticamente salve.

ImmagineSal

Filippo Attianese, Forzanocerina.it