FOTO | DA BORDOCAMPO: Nocerina-Portici 1-0

FOTO | DA BORDOCAMPO: Nocerina-Portici 1-0

La Nocerina regola di misura il Portici grazie alla rete di testa di Max Marsili, arrivata intorno alla mezz’ora di gioco sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Partita difficile per i molossi, che riescono a passare avanti ma soffrono oltremodo i napoletani nel secondo tempo, mostrando scarsa condizione atletica e un baricentro troppo basso. Riviviamo la gara attraverso gli scatti più significativi (cliccando sulla foto sarà possibile visualizzare l’immagine a dimensione originale).

1 tiro vitolo (1280 x 754)ROBERTO VITOLO prova le conclusioni in porta nel riscaldamento prepartita. Il laterale sarnese, in realtà, non calcerà mai in porta durante la sua gara; anzi, quest’ultima terminerà anzitempo a causa di un brutto taglio alla gamba, che gli è costato la sostituzione e il trasporto in ospedale. A Vitolo i nostri auguri di pronta guarigione.

2 stretta di mano cavallaro di pietroLA STETTA DI MANO tra il numero 10 della Nocerina Giovanni Cavallaro e l’ex molosso, che adesso porta i gradi di capitano della squadra della sua città, Andrea Di Pietro. Gran combattente, durante il campionato di Eccellenza 2015-16 terminato in gloria dalla squadra di Maiuri si rivelò un’ottima risorsa. Chi lotta non viene dimenticato.

3 tifosi porticiI SOSTENITORI DEL PORTICI al “San Francesco”. Giunti a Nocera in 50/60 unità, fanno sentire il proprio tifo per tutta la gara, con bandieroni, cori e fumogeni. Il tutto corredato da un “Salutiamo i nocerini” al fischio d’inizio della gara. Bella prova.

4 arbitroL’ARBITRO DELL’INCONTRO, il signor Pirrotta della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto. Deciso, determinato, il fischietto siciliano non commette errori particolari, dirigendo bene una gara non particolarmente cattiva. Qui, però, alza la voce nei confronti del numero 7 porticese Panico. Determinato e grintoso al punto giusto da redarguirlo senza il cartellino.

5 cavallaro affronto (1280 x 939)L’AFFRONTO DI CAVALLARO, capitano nocerino, a…Nocerino, numero 5 della squadra ospite. Spintarelle, minacce, poi Pirrotta decide di dividere i due litiganti, che hanno battibeccato per diverse decine di secondi. A muso duro.

6 colpo di testa marsiliIL MOMENTO IN CUI MAX MARSILI ATTERRA dopo aver colpito di testa il pallone del vantaggio della Nocerina. Gran corsa, forza fisica e lo spirito dello spaccapartite. Se manterrà il rendimento costante, sarà l’arma in più di Morgia.

7 marsili esultanzaLA VISTOSA ESULTANZA DEL CENTROCAMPISTA SCUOLA ROMA dopo la segnatura. Marsili fa un gesto simile a quello del più blasonato collega Leonardo Bonucci, come a mimare un “sciacquatevi la bocca”. Il giocatore, chiarirà in conferenza stampa, non voleva offendere né provocare i tifosi, ma semplicemente sfogarsi dopo “una settimana difficile”.

8 battisti allontanatoIL DIRETTORE SPORTIVO DELLA NOCERINA ALESSANDRO BATTISTI VIENE ALLONTANATO dalla panchina a metà secondo tempo. Reo di aver praticamente varcato la linea laterale, viene prima invitato a più miti consigli dall’arbitro, finché quest’ultimo, vista la grinta del dirigente romano, non sceglie di allontanarlo. Mastino.

9 di minicoIL GIOVANE ESTERNO ROSSONERO LUCA DI MINICO in un cross dall’out sinistro. Il mancino classe ’98 si rende protagonista di un curioso episodio: alla sua entrata in campo nella ripresa, veste la maglia numero 3, la stessa di Vanacore in luogo del 14 come da distinta di gara. La panchina del Portici, protesta, il guardalinee se ne avvede e Di Minico si becca un giallo grottesco.

10 gomis applausiL’IMMAGINE PIU’ BELLA DI QUESTA DOMENICA. Dopo gli insulti razzisti di Gela, Maurice “Momo” Gomis si concede all’applauso della tribuna. Bersagliato in Sicilia, viene rincuorato dal pubblico molosso, che lo esalta anche per un grandissimo intervento compiuto nella ripresa, che ha di fatto salvato la partita. Bellissimo il suo sorriso, che lascia immaginare un carattere dolce e buoni sentimenti. La pantera nera dal cuore tenero.

Marco Stile, ForzaNocerina.it