TRIPLICE FISCHIO: molossi dai due volti, è solo pari col Messina

TRIPLICE FISCHIO: molossi dai due volti, è solo pari col Messina

Una Nocerina dai due volti riesce a pareggiare contro il Messina una gara messasi subito male, con i molossi sotto di due reti dopo appena dieni minuti. Ai gol di Rosafio e Yeboah rispondono Cavallaro e Vitolo. La mancata vittoria costa ai rossoneri il secondo posto in classifica, seppure gli stessi recuperano un punto alla capolista Troina.

IL PROTAGONISTA – Una poltrona a due piazze per ospitare non il protagonista, ma ben due dei protagonisti del match contro i giallorossi messinesi. Prestazioni sopra le righe per Sante Giacinti, motorino di centrocampo che non si è mai arreso e ha recuperato palloni su palloni facendo ripartire la manovra dei suoi compagni. Menzione di eccellenza anche per il paratutto “Momo” Gomis, la pantera rossonera ha più volte salvato il risultato evitando ai padroni di casa di capitolare quando il risultato sembrava già ampiamente compromesso.

IL MOMENTO CHIAVE – Una Nocerina irriconoscibile è quella scesa (?) in campo nel primo tempo giocato contro il Messina, manovra bloccata, errori da fondamentali di scuola calcio e tanto altre imprecisioni rinvigoriscono gli ospiti che si portano sul doppio vantaggio prima con Rosafio e poi con Yeboah in soli dieci minuti, ma le azioni a favore degli uomini di Modica sono tantissime, e solo le mani di Gomis ed un salvataggio sulla linea di Manzo evitano la clamorosa debacle. Il momento chiave è racchiuso sicuramente nei quindici minuti dell’intervallo. Il break tra primo e secondo tempo ha consentito di certo ai calciatori di riordinare le idee e di rientrare in campo con la giusta grinta. Un atteggiamento che ha dato ben presto i suoi frutti, e che con un pizzico di fortuna in più avrebbe potuto portare anche i tre punti.

DIETRO LA LAVAGNA – Prestazione opaca e tanto nervosismo per “Ciccio” Alvino. Il numero 11 rossonero non riesce ad esprimersi al meglio in una posizione a lui poco congeniale e battibecca con chiunque.

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it