NOCERINA, DEL GIUDICE: “vecchia società inadempiente, pronti a lasciare”

NOCERINA, DEL GIUDICE: "vecchia società inadempiente, pronti a lasciare"

Rischia di saltare il passaggio della Nocerina al gruppo Del Giudice. La nuova cordata che ha acquisito la proprietà del club da un paio di settimane è già pronta a tornare sui suoi passi; a spiegare la situazione le parole di Corrado Del Giudice intercettato telefonicamente pochi minuti fa: “attualmente noi siamo i proprietari della Nocerina ma dobbiamo mettere in evidenza una serie di inadempienze da parte del gruppo uscente; quello di oggi era l’ultimo giorno utile per versare quella piccola cifra che dovrebbe andare a compensare i crediti lasciati da queste persone: tuttavia, nonostante i ripetuti solleciti, sul conto corrente c’è solo un quarto di quanto promesso in fase d’accordo.”

Ma Del Giudice va anche oltre: “siamo stati contattati da un altro imprenditore interessato a rilevare il club,” spiega il dirigente rossonero, “questa persona conosceva le dinamiche dei nostri contratti con la società uscente; gli sono stati svelati tutti i nostri accordi, tutti i particolari dei preliminari preesistenti. Da ciò abbiamo intuito che c’è una volontà dei soci uscente di indirizzare il club verso altri imprenditori e questo non ci pare un comportamento corretto nei nostri confronti.”

Una volontà che sarebbe stata confermata da un contatto con uno dei soci: “ho contattato uno dei soci per avere informazioni riguardo al pagamento; tuttavia invece di rassicurarci sembrava più propenso a ridiscutere il nostro accordo; a questo punto noi siamo pronti a restituire la società: avremmo diritto anche ad un indennizzo ma per il bene della Nocerina eviteremo di chiederlo anche perché una richiesta del genere metterebbe ancora di più in ginocchio le già disastrate casse del club.” Resta l’amarezza per quello che poteva essere e non è stato: “stavamo avviando un progetto importante, avevamo confermato calciatori di valore e ne stavamo contattando altri ancora più forti ma evidentemente la società ha individuato persone più attrezzate e competenti di noi.”

Filippo Attianese, Forzanocerina.it