NOCERINA, speranze appese a un filo

NOCERINA, speranze appese a un filo

SITUAZIONE CRITICA. Non è finita finché non è finita! Una frase semplice, anche banale, ma che riassume la situazione dell’ASD Nocerina 1910 in questo momento. Bruno Iovino ha assunto la carica di presidente e amministratore unico della società rossonera nel pomeriggio di venerdì 6 luglio. Da allora ha cominciato a lavorare alacremente e senza sosta, incontrando imprenditori, professionisti e tifosi per permettere alla squadra di mettere la “palla al centro”. Promesse, tante; fatti, pochi. Purtroppo le cifre del debito lasciate dai soci della vecchia società sono impietose e hanno scoraggiato più di una persona a inserirsi in un discorso concreto di programmazione futura.

MA C’È ANCORA TEMPO. L’ultimatum dell’amministratore molosso scade alle 14.30 di oggi, venerdì 13 luglio. Se tutti coloro che hanno promesso il loro impegno manterranno la parola data (anche pubblicamente), la Nocerina sarà iscritta senza problemi. Se nessuno si presenterà al capezzale dei molossi, non ci sarà altra soluzione che allestire la camera ardente.

ISCRIZIONE CON RISERVA? Una scappatoia potrebbe essere rappresentata dalle norme federali che permettono alle società di iscriversi con riserva (documentazione o versamenti incompleti). Se venisse perseguita questa strada, la Nocerina verrebbe iscritta al campionato, ma, il 20 luglio, la Co.Vi.So.D boccerà la domanda. A quel punto, la società avrà sei giorni di tempo per produrre un ricorso sistemando la documentazione e/o i versamenti e pagare un’ammenda di 500 euro. Con la decisione, insindacabile, del 30 luglio, la Co.Vi.So.D darà parere positivo (o negativo) all’iscrizione della squadra.
Questa strada, se da un lato, potrebbe allungare l’agonia, dall’altro permetterebbe al presidente Iovino di poter instaurare nuove trattative senza l’assillo dei tempi ristretti e sulla base della possibilità concreta di partecipazione al prossimo campionato.

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it