Ultime news

«Cercherò di trasferire alla squadra la grinta di quando ero calciatore»

“Non sono ricordato come un fenomeno del calcio, ma cercherò di trasferire alla squadra la grinta che ha contraddistinto la mia carriera da calciatore….”, queste le prime affermazioni del neo tecnico rossonero Pasquale Padalino raggiunto telefonicamente poco fà.

Trentasettenne, nato a Foggia dov’è cresciuto calcisticamente, agli ordini di Zedenek Zeman, ha avuto il suo culmine calcistico, da calciatore, nelle fila della Fiorentina dove lo chiamavano Poiana, per il suo profilo aquilino, con i “Viola” ha conquistato una Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana, la sua carriera da allenatore lo ha visto vice di Ventura prima a Verona e poi a Pisa fino al Giugno scorso.
Ha le idee chiare il neo mister in merito al quella che sarà”sua” Nocerina: “Non ho nessuna intienzione di stravolgere gli schemi della squadra, continua Padalino, ma voglio cercare di migliorarne gli aspetti negativi e tirare fuori il meglio da questi ragazzi”. Alcuni di questi li conosce anche bene: ” Si è vero, conferma, conservo ottimi ricordi in particolare di Giraldi e Franzese, che conosco dai tempi in cui militavano tra le fila Hellas Verona”. E addirittura si lascia scappare anche una possibile indiscrezione di mercato quando viene fuori il nome di Claudio Ferrarese anche lui ex Verona più volte accostato negli ultimi giorni alla casacca rossonera.
Padalino arriva a Nocera grazie all’interessamento di Peppe Cannella: “ringrazio Cannella che ha fatto il mio nome alla dirigenza, conclude, mettendolo in testa ad una lista di eventuali successori di Pastore, cercherò in tutti i modi di non far rimpiangere nessuno per la scelta”.
Programmata intanto per il prossimo mercoledì la presentazione ufficiale a stampa e tifosi del nuovo tecnico.

 

Francesco Cuomo,ForzaNocerina.it

 

 

Back to top button