Ultime news

Il prossimo avversario: l’AC Sangiustese Calcio 1957

Cerca un altro miracolo quest’anno la Sangiustese del presidente Pantanetti, espressione del comune di Monte San Giusto in provincia di Macerata, che conta solo 8.000 abitanti.

I rossoblu sono partiti con l’obiettivo di bissare la salvezza ottenuta l’anno scorso, lanciando se possibile qualche giovane del florido settore giovanile.

L’allenatore è Tiziano Giudici, di professione vigile urbano al comune di Cupra marittima, che ha condotto i rossoblu alla storica promozione in Seconda Divisione due campionati fa e conquistato una tranquilla salvezza in quello scorso, riscoprendosi allenatore professionista e puntando su un gruppo storico riconfermato negli ultimi anni.

Il modulo adottato è un offensivo 4-2-3-1, in contrasto con i soli 7 gol segnati finora, che condannano l’attacco rossoblu quale reparto più sterile del girone B.

Anche il momento di forma non è dei migliori, viste le 3 sconfitte rimediate nelle ultime 3 gare, che pongono i rossoblu nella condizione di dover assolutamente conquistare i 3 punti domenica prossima, per non distanziarsi troppo dal gruppone di centro classifica.

In porta, dopo l’infortunio del titolare di inizio stagione Farinelli, c’è il 22enne Pandolfi, prodotto del vivaio e dodicesimo nello scorso torneo, anch’egli però fuori nelle ultime 2 giornate per infortunio ed in forse anche per domenica, con il giovane Fanti, arrivato ad ottobre dalla Renato Curi pronto a sostituirlo.

La linea difensiva vede il trentunenne capitano Carboni a destra, il classe 88 Polinesi a sinistra, e la coppia centrale formata dall’esperto Arcolai e dal 26enne Aquino, centrale spesso pericoloso in zona gol; tutti e 4 riconfermati e protagonisti della promozione di 2 anni fa.

Davanti alla difesa agiscono il giovane Luca Pigini, al primo anno da titolare, ed il più esperto Stefano Bagalini, arrivato a gennaio scorso dalla Cisco Roma, e con un passato con le maglie di Sambenedettese ed Avellino, anche in serie B. Alternativa ai due è il ventenne Scarsella, arrivato in estate dal Frosinone.

Sulla trequarti trovano di solito spazio l’esterno destro napoletano Ciro Iazzetta, al secondo anno in rossoblu, il trentatrenne trequartista Daniele Vitali, tra i protagonisti della promozione di due anni fa, ma con esperienze anche alla Fermana ed al Tolentino tra i professionisti, e l’esterno sinistro Matteo Monti, classe 84 autore finora di 3 gol in campionato, con all’attivo un paio di campionati da titolare con la Fermana in C1 ad inizio carriera.

Punto di riferimento centrale è l’espertissimo Massimiliano Fanesi, classe 72 con un passato importante in terza serie con le maglie di Avellino, Reggiana, Lodigiani e Pescara, sceso negli ultimi 2 anni in serie D con Santegidiese e Renato Curi, prima del ritorno tra i professionisti, con un solo gol realizzato finora.

Alternative sono i giovani Allegretti e De Marco, prodotti del vivaio di una società che fa dei giovani la propria linfa vitale.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

 

Back to top button