Ultime news

La Nocerina aspetta una doppia stangata

Due mesi senza vittorie. Nocerina-Bellaria si giocò il 20 settembre. Finì 3-0. Da quel giorno solo pareggi in casa e sconfitte fuori. Ma a due mesi di distanza da quell’evento, ultimo da tre punti rossoneri, qualcosa sembra scuotersi. Effetto Padalino? E’ presto per pronunciarsi in tal senso, occorreranno altri progressi e soprattutto occorreranno risultati più corposi. La squadra vista col San Marino però ha sbagliato poco, forse solo in avanti, dove Babatunde continua a giocar bene ed a fallir troppo. Meglio registrata a centrocampo, meno in affanno nelle retrovie. Più la capacitá di districarsi degnamente in inferioritá numerica, di mostrarsi corta e compatta, di evitare distanze lunghe tra reparti, di sacrificarsi in fase di non possesso anche negli uomini che per caratteristiche poco gradiscono. E’ un percorso iniziato, una sorta di metamorfosi pur restando allineati allo standard tattico del 4-4-2. I rientri di Terracciano e Palumbo, con l’aggiunta imminente di Olorunleke, consentiranno qualche scelta in più: merce gradita per ogni allenatore. Avendo la squadra a regime pieno o quasi (restano fuori nell’immediato Serrapica e Musacco oltre a Sannibale) sará più semplice per Padalino e per la societá delineare il percorso, col materiale attuale per poi arrivare a trarne tra qualche settimana conclusioni in vista del mercato. Per gennaio la Nocerina pensa a due nuovi esterni difensivi: uno a destra per consentire a Gaeta di giostrare più avanti, uno a sinistra per alternarsi con Musacco lasciando Terracciano al centro. Ma il pensiero numero uno sará per una prima punta di caratura. Nei giorni scorsi contatti avuti con Spinesi, che nelle scorse settimane aveva declinato la firma col Pescina. Per costi ed opportunitá difficilmente sará lui il nuovo centravanti. La Nocerina l’ha sondato ed in ogni caso è in cerca di un big. Attese, infine, le decisioni del giudice sportivo. Rischio concreto di ammenda di una certa entitá per i petardi esplosi e per lo schiaffo rimediato a fine partita da Baldini (San Marino) in campo. Rischia uno stop lungo Borrelli, espulso nell’intervallo per aggressione ad avversario. Oltre alla squalifica dal giudice sportivo, ci sará multa da parte del club.

Marco Mattiello, La Città (foto: Carmine Apicella)

Back to top button