Ultime news

Pro Vasto corsaro al San Francesco. La Nocerina sempre più giu in classifica

NOCERINA-PRO VASTO 1-2

 

Nocerina (4-4-2): Terracciano 5,5; Tomacelli 5 Riccio 5,5 Giordano 4 Guarro 4,5; Gaeta 6 (17′ st De Rosa 5) Giraldi 5,5 Iannini 5,5 Cavallaro 5; Palumbo 5,5 Aquino 4 (14’st Babatunde 6). A disposizione: Falcone, Olorunleke, Iovine, Carullo, Iannelli.

Pro Vasto: (5-4-1): Sassanelli 6; Della Penna 6,5 (34′ st Patarini sv) Servi 7 Digno 6 Okoroji 6,5 Bombara 5,5; Di Matera 6,5 Giuliano 6 Cacciaglia 6 (18’st Avantaggiato 6) Mangiacasale 6 (18’st Fiore 6); Soria 6,5. A disposizione: Gaudino, Bevo, Visone, Bonfiglio, Fiore. All. Di Meo.

Marcatori: 8’st Servi (P), 23′ st Babatunde (N), 36′ st Soria (P).

Arbitro: Omar Magno di Catania.

Guardalinee: Cannistrà e Messina.

Ammoniti: Tomacelli, Babatunde (N); Sassanelli, Okoroji, Avantaggiato, Patarini (P).

 

Note: Spettatori 1000 circa. Angoli: 4-2 per la Nocerina. Recupero 1’pt e 5’st.

 

Così proprio non va. La Nocerina si fa superare in casa da un cinico Pro Vasto ed ora l’ultimo posto in classifica è lontano solo due lunghezze. Davvero troppo pochi i due punti in quattro gare, onestamente dopo il cambio in panchina ci si aspettava qualcosa in più e quella che doveva essere la gara della svolta si è trasformata nel peggiore degli incubi con il Pro Vasto bravo ad approfittare della situazione e a infilare il terzo risultato utile consecutivo. I tanti infortuni condizionano entrambe gli schieramenti iniziali. Padalino rispetto a quanto provato a metà settimana lascia in panchina Olorunleke e Babatunde. Solito 4-4-2 per i rossoneri con Terracciano tra i pali a sostituire l’infortunato Franzese e Gaeta che si aggiudica il ballottaggio con De Rosa per una maglia sulla fascia destra. In avanti c’è Aquino a far coppia con Palumbo. Di Meo è prudente all’inizio. Undici titolare, giocoforza, pressoché rivoluzionato: davanti a Sassanelli giocano Della Penna e Bombara sulle corsie esterne e ben tre difensori centrali Servi, Digno ed Okoroji. A centrocampo in mezzo agiscono Cacciaglia e Giuliano, sulle fasce ecco Mangiacasale e Dimatera. Soria è l’unica punta dello scacchiere tattico dell’allenatore pugliese. Bevo, Visone e Bonfiglio, assieme a Patarini, vanno in panchina. Suriano, decisivo domenica scorsa, non ce la fa e si accomoda in tribuna. La partenza è tutta di marca rossonera. Non passa nemmeno un minuto è la Nocerina ha subito l’occasione per portarsi in vantaggio Lancio in prondita di Iannini per Gaeta. Passaggio perfetto. Il liscio di un difensore del Pro Vasto  favorisce l’esterno della Nocerina che si presenta a tu per tu con Sassanelli ma gli spara il pallone incredibilmente addosso. Nei primi dieci minuti il clichè diventa questo con Iannini che apre sulle fasce dove Cavallaro e Gaeta fanno il bello e il cattivo tempo mettendo in difficoltà una lenta difesa ospite ma la Nocerina non riesce ad affondare. Il Pro Vasto tiene bene il campo e si difende come può. Gli uomini di Di Meo si rendono pericolosi solo sui calci da fermo. Ma sia sulla punizione di Mangiacasale al 14′ sia su quella di Di Matera quattro minuti più tardi l’azione sfumasenza arrecare nessun danno ai padroni di casa.  Al 22′ si rifà viva la Nocerina.  Apertura di Iannini per Cavallaro che fa fuori Della Penna e fa partire un cross morbido dal fondo per la testa di Aquino il cui colpo di testa si perde di un niente a lato. E’ questa l’ultima azione pericolosa da segnalare nel corso del primo tempo. Dopo solo un minuto di recupero l’arbitro infatti manda tutti negli spogliatoi. Nessuna novità tra i ventidue in campo ad inizio ripresa ma all’8′ tra lo stupore generale il Pro Vasto passa in vantaggio. Calcio d’angolo dalla destra battuto da Soria. Sponda di Mangiacasale al cento per l’accorrente Servi che in tuffo trafigge Terracciano. La reazione della Nocerina non tarda ad arrivare e al 13′ Cavallaro dal limite colpisce una clamorosa traversa. Padalino a questo punto tenta il tutto per tutto inserendo  prima De Rosa al posto di Gaeta e poi Babatunde in luogo di uno spento aquino. E al primo affondo l’attaccante nigeriano fa centro. E’  il 23′ quando Cavallaro da calcio d’angolo scodella al centro un preciso cross per la testa del nigeriano che di precisione trafigge Sassanelli. La Nocerina ci crede e continua a macinare gioco. Al 27′ Gli uomini di padalino invocano un calcio di rigore. L’azione è dubbia. Velo di Babatunde per Palumbo che finisce a terra su intervento scomposto di Digno.. L’arbitro però è irremovibile e ammonisce anche Sassanelli per proteste. Nel momento di maggiore pressione dei molossi e al suo secondo tiro verso la porta rossonera al 36′ il Pro Vasto trova il goal del vantaggio. Clamoroso errore di Giordano che tutto solo appoggia il pallone al centro dove però non c’è nessun compagno ne approfitta Soria che si presenta a tu per tu con Terracciano lo salta e conclude in rete. Il colpo è di quelli davvero duri da digerire e difatti da qui in poi la Nocerina non riuscirà più a ribaltare le sorti dell’incontro. Da segnalare solo due occasioni nel finale capitate sui piedi di Babatunde che al 39′ tira fuori da buona posizione e al 50′ su un liscio di Sassanelli non arriva per tempo all’appuntamento con la sfera. Al triplice fischio del sig. Magno di Catania civilissima la contestazione del pubblico di casa che riserva fischi ai suoi e applausi ai calciatori del Pro Vasto.

 

Danilo Ruggiero, Forza Nocerina.it (foto GIuseppe Fabio Villani)

Back to top button