Ultime news

E’ una Nocerina col fattore ‘C’

Le tre C in tasca ? Pare proprio di sì. Il mercato, pur ufficioso al momento, è atteso dalla Nocerina come possibilitá per rimediare ad alcuni errori fatti. Allora ecco innanzitutto le tre C, cioè tre trattative di una certa consistenza che in tanti danno giá per chiuse. La prima C in difesa con Roberto Cardinale. L’ex Salernitana è un lusso per la Seconda Divisione, per valore calcistico ed anche per soldini da spendere. Ma Giovanni Citarella, assieme a Peppe Cannella ed a Guglielmo Accardi, da giorni l’ha individuato come elemento da prendere per andare realmente a rafforzare la retroguardia. La seconda per un cambio di passo a centrocampo con Alfonso Camorani, che può definirsi virtuale molosso in anticipo, sta per lasciare Cassino ed approderá nuovamente a Pescara solo sulla carta da prestito rientrante, poi la nuova avventura. La terza in attacco con Fabio Ceccarelli, super bomber la stagione scorsa col Monopoli in Seconda Divisione, con poche chance a Cosenza nella prima parte dell’annata in corso. E’ la C d’attacco che nelle ultimissime ore ha definitamente staccato la concorrenza che si chiama Roberto Cortese, centravanti rivelazione della Nissa che il Chievo ha preso in anticipo e che smisterá al Taranto. Sono le tre operazioni basilari di mercato. Ma ci sará dell’altro? C’è ancora spazio di riflessione per un altro portiere d’esperienza (si parla sempre di Gragnaniello o di Indiveri), si spera di piazzare il colpo in avanti con Eliakwu e c’è in ballo Ivan Tisci per la trequarti. Parla proprio Tisci, che giovedì ha salutato l’Avellino: «Il presidente mi ha cercato, ho dato la mia ampia disponibilitá ad aprire ed a portare a conclusione positiva la trattativa. Adesso gli sviluppi li segue il mio procuratore Grimaldi. Ho richieste al Nord ma onestamente quel che mi ha prospettato Giovanni Citarella mi interessa parecchio. Prenderò una decisione nei prossimi giorni». Da ieri sera, squadra nei pressi di Ferrara per la vigilia della sfida con la Giacomense. Oltre a squalificati (Giraldi e Cavallaro) ed indisponibili (Musacco, Serrapica e Franzese) sono rimasti fuori dalla convocazione Giordano e i due che faranno rientro alle rispettive basi, cioè Iannelli (al Catania) e Sodano (al Benevento, che lo ha giá dato al Domegliara). Assieme al ’93 Manuel Lettieri, regista in erba in ballottaggio con Iovine per il posto accanto a Iannini, Padalino ha portato col gruppo altri due giovanotti: il tornante ’92 Vito Capasso (debuttò l’anno scorso in D sul campo del Venafro) e la mezzala ’91 Ivan Stellato (ex Avellino Primavera). Dopo aver ripreso il 4-4-2 nel test in famiglia di giovedì, ieri Padalino ha riprovato in allenamento la difesa a cinque, schierando Tomacelli e Guarro sugli esterni ed affidandosi per vie centrali di retroguardia a Riccio, Olorunleke e Terracciano. Sta meglio Babatunde, sul suo impiego dal primo minuto però si deciderá dopo la rifinitura.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button