Ultime news

La Nocerina corteggia Di Vicino

Un altro brodino da trasferta, con constatazioni varie: squadra pimpante nel primo tempo ma calante nella ripresa, troppe occasioni fallite e gol altrui beccato tra errori che si ripetono. E’ la radiografia del momento, a novanta minuti dalla conclusione del girone d’andata. La prossima partita, in casa col Fano, diventa di una certa rilevanza: vincendo si chiuderebbe la prima porzione di campionato a punti 19, decisamente meglio, per numeri e psicologia di quota eventualmente più bassa. I tifosi presenti a Poggibonsi han contestato: la vittoria manca da troppo tempo, due mesi e mezzo. Le prossime due partite (l’ultima del girone d’andata col Fano e la prima di ritorno con la Giacomense) andranno affrontate con le risorse attuali per poi procedere al grosso delle operazioni di mercato nel corso della sosta ampia di campionato, che peraltro consentirá a Padalino un lavoro dettagliato. Le risorse attuali più Serrapica e Musacco, dati per rientranti giá col Fano. Magari aggiungendo giá Salvatore Vicari. Svincolato di lusso, l’ex esterno difensivo destro di Palermo e Reggina, a Monza nelle ultime tre stagioni, potrebbe dare una mano da subito: da oggi si allenerá con la quadra. Al resto provvederá Peppe Cannella. Ha giá strappato più di una promessa di matrimonio alla mezz’ala o trequartista Giorgio Di Vicino, ex di tante squadre ed in particolare di Napoli e Salernitana. Di Vicino si allena col Como ma sembra pronto per Nocera, dicono sia questione di giorni. Ed ancora: concretissimo interessamento per un altro ex Salernitana come Camorani, centrocampista di fascia o centrale a seconda dell’uso, forse intenzionato a lasciare Cassino. In avanti bloccato da tempo Ceccarelli (Cosenza) pur in presenza di voci altisonanti (tipo Bazzani della Spal). Tra i pali o come portiere di scorta da settimane si accenna all’eventuale ritorno di Zappino. Gran parte del mercato avrá un senso quando il mercato stesso riaprirá ufficialmente. Ora tocca agli effettivi attuali scuotersi e dare di più. C’è bisogno di tornare a vincere, per poi aggiungerne altre di spessore superiore con la volontá di migliorare il tutto.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button