Ultime news

La solita Nocerina sprecona regala un punto al Fano

Un film già visto. La Nocerina che trova il goal del vantaggio, costruisce tanto, spreca più volte il raddoppio e alla fine subisce il pareggio nell’unica azione goal degli avversari. Eppure sembrava che contro il Fano si potesse finalmente invertire la tendenza negativa delle ultime domeniche. Ci hanno sperato i rossoneri, in difficoltà nella prima mezz’ora ma poi capaci di venire fuori e trovare il goal con Cavallaro su una bella azione di prima ma alla fine come dicevamo il solito errore difensivo e la solita mancanza di concentrazione nei momenti topici e il Fanno con Pazzi ringrazia e porta via un punto d’oro dal San Francesco. Ma andiamo con ordine. Padalino stravolge l’assetto tattico provato in settimana schierando un inedito 3-4-3. Davanti a Pietro Terracciano, Riccio, Olorunleke e Mario Terracciano sono i tre centrali con Gaeta e Tomacelli sugli esterni. A centrocampo tocca a Giraldi e Iannini supportare Cavallaro e Babatunde con Borrelli preferito a Palumbo nel ruolo di terminale d’attacco. 5-3-2 invece per Cornacchini con Baratteri più mediano che difensore per sopperire alla duplice assenza di Cacioli e Fenucci, la coppia centrale titolare.  Il bomber Pazzi, alla prese con problemi fisici in settimana, parte dalla panchina.

L’inizio non è dei migliori. E’ la Nocerina a cercare di imporre il proprio gioco e già al 4′ si presenta dalle parti di Lombardi. Lancio di prima di Cavallaro per Babatunde troppo lungo con il portiere ospite che esce e fa sua la sfera senza difficoltà. Il Fano bada solo a distruggere il gioco degli avversari e al  24′ i rossoneri vanno ancora una volta vicini al vantaggio.  Calcio di punizione conquistato da Gaeta sull’out di destra. E’ lo stesso esterno rossonero a crossare al centro dove Borrelli colpisce di testa a colpo sicuro. Sulla respinta del portiere ospite Babatunde tenta la sforbiciata ne nasce una mischia con il Fano che si rifugia in angolo. Sul corner battuto da Cavallaro l’azione sfuma. Stessa sorte  sei  minuti più tardi. Ancora Gaeta al cross. Si inserisce Iannini ma il colpo di testa del centrocampista rossonero è troppo debole e Lombardi para a terra senza difficoltà. I tempi sono maturi e al 33′ la Nocerina trova il vantaggio.  Perentorio intervento di Mario Terracciano che esce palla al piede fino a centrocampo serve Iannini sponda nello spazio del numero otto per Cavallaro che si incunea in area e lascia partire un sinistro a volo che trafigge Lombardi. La Nocerina ora ci crede ma come al solito spreca le occasioni più incredibili per chiudere la gara. 

Al 40′ Dribbling ubriacante di Cavallaro al limite dell’area. Fallo di Savini che viene anche ammonito nell’occasione. Punizione per la Nocerina battuta dallo stesso Cavallaro, conclusione diretta e a rete sula quale Lombardi si salva con qualche difficoltà

Al 45′ Babatunde approfitta di un errore in disimpegno della difesa ospite. Si presenta a tu per tu con Lombardi ma temporeggia troppo, tenta poi un improbabile pallonetto e l’azione incredibilmente sfuma

Al 46′ Ancora Babatunde ha sui piedi l’occasione buona per raddoppiare ma spara alto dall’angolo destro dell’area grande.

Il secondo goal non arriva e si va a riposo. Ad inizio ripresa  Cornacchini prova a rivitalizzare i suoi  Prima tira fuori Del Pinto inserendo il più offensivo Ambrosini e pochi minuti più tardi cambia anche l’altra fascia con Trudo che prende il posto di Ionni. Ma il primo brivido lo regala ancora la Nocerina. Al 14′ su un innocuo cross del neo entrato Trudo Terracciano colpisce di testa nel tentativo di rinviare e  sfiora un clamoroso autogoal. Al 20′ Padalino getta Palumbo nella mischia in luogo di Borrelli. Tre minuti più tardi ci prova Iannini. Su un cross di Babatunde che attraversa tutta l’area il centrocampista della Nocerina incredibilmente dall’angolo sinistro dell’area piccola spara in fallo laterale dal lato opposto. Tre minuti più tardi Cornacchini tenta il tutto per tutto fuori Bruno un difensore dentro Pazzi un attaccante. Sostituzione che si rivelerà poi fondamentale. Non si può dire lo stesso di quella effettuata da Padalino che nonostante il momento delicato al 33′ fa esordire il sedicenne Lettieri, prodotto del vivaio rossonero, al posto di Cavallaro ammonito pochi minuti prima e costretto quindi a saltare la prossima gara contro la Giacomense per somma di ammonizioni. Non passa nemmeno un minuto e alla prima vera occasione Il Fano va in goal. L’azione nata da un innocuo cross dalle retrovie al centro viene finalizzata da Pazzi che su una dormita generale della difesa rossonera ha tutto il tempo di girarsi in area e trafiggere l’incolpevole Terracciano. La Nocerina ferita nell’orgoglio si butta in avanti a testa bassa. Il Fano galvanizzato tenta addirittura di approfittarne e al 40′ trova anche il goal giustamente annullato per fuorigioco di Baratteri su invito di Ambrosini. Le residue speranze della Nocerina di ribaltare le sorti dell’incontro si infrangono sulla traversa colpita da Palumbo a Lombardi battuto sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite al 45′. Finisce 1-1 dopo 4 minuti di recupero con la Nocerina costretta ancora a recriminare per gli ennesimi punti buttati al vento tra le mura amiche e il Fano che probabilmente raccoglie più di quanto meritato. Risultato che non va giù nemmeno al pubblico di fede rossonera. Pesante contestazione a fine gara per Padalino e la squadra. Così proprio non và.

 

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

 

Back to top button