Ultime news

Nocerina sprecona a Poggibonsi

POGGIBONSI (4-1-4-1): Lanzano 6; Mattiuzzo 6, Salvadori 6, Zattarin 6 (21′ st Nicoletti 6), Menichetti 6 (1′ st Forino 7); Dall’Ara 6,5; Caciagli 6, Rovrena 7, Nolè 7, Staffolani 6 (34′ st Agnorelli sv); Alteri 6. A disp.: Bini, Aperuta, Coppari, Cardini. All.: Firicano 6,5.
NOCERINA (4-4-2): Terracciano P. 6,5; Tomacelli 6, Olorunleke 6,5, Terracciano M.6,5, Guarro 6; De Rosa 7, Giraldi 6 (46′ st Riccio sv), Iannini 6, Cavallaro 7 (31′ st Iannelli sv); Palumbo 6 (21′ st Gaeta 6), Babatunde 7. A disp.: Falcone, Masciarelli, Iovine, Aquino. All.: Padalino 6,5.
ARBITRO: Terzo di Palermo 5,5.
RETI: 14′ De Rosa, st 2′ st Caciagli.
NOTE: spettatori 450 circa; ammoniti Mattiuzzo, Caciagli, Dall’Ara, Agnorelli, Cavallaro; espulsi al 27′ st Guarro per gioco falloso e al 31′ st Caciagli per doppia ammonizione; angoli 6-5.

 

 

POGGIBONSI. La Nocerina si riscatta a metá. Dopo la battuta a vuoto interna nella gara con la Pro Vasto, la compagine allenata da Pasquale Padalino impatta nella trasferta-spareggio con il Poggibonsi: 1-1 il risultato allo stadio Stefano Lotti. Non basta ai molossi il vantaggio pressoché immediato grazie alla prodezza di De Rosa. E soprattutto non bastano le opportunitá per chiudere il discorso, o quasi, con un raddoppio in chiusura di frazione che sembrava sempre lì lì sul punto di maturare, con un paio di occasioni (sempre protagonista un Cavallaro spesso imprendibile) che potevano regalare ai rossoneri un 2-0 anche legittimo all’intervallo. E’ il 38′ quando il capitano porge a De Rosa un pallone che aspetta solo di essere spedito nel sacco. Il controllo dell’esterno destro è perfetto, la conclusione però è errata. Non trascorre un minuto che la Nocerina è di nuovo a un passo dalla porta di Lanzano. Babatunde invita Cavallaro, il portiere è fuori causa, ma sulla linea salva Mattiuzzo. Ne approfitta allorail Poggibonsi. I padroni di casa entrano sul rettangolo nella ripresa con un altro piglio e in 120 secondicollezionano treopportunitá. In duetiri consecutivi sono determinanti gli interventi di Pietro Terracciano, ma nel terzo caso il portierone nulla può sul tocco di testa ravvicinato di Caciagli: è 1-1. Un buon punto in trasferta o un pareggio con qualche rimpianto? I tifosi rossoneri sembrano scegliere il bicchiere mezzo vuoto e nella ripresa contestano la squadra per la prestazione a loro giudizio non accettabile con una serie di cori. In effetti il secondo tempo ha un sapore ben diverso per la Nocerina, rispetto alle fasi iniziali. Anche se il solito Cavallaro si mantiene nel ruolo di costante spina nel fianco, tanto da impegnare severamente con uno spunto personale al 10′ il portiere dei locali, Lanzano. Poi un po’ più di Poggibonsi, sebbene i padroni di casa si ritrovino presto privi del centrale di riferimento Zattarin e di seguito addirittura in dieci, a causa dell’espulsione del goleador Caciagli. In dieci resta però anche la Nocerina e pure in questo caso sembra di assistere ad un eccesso arbitrale. Nello scontro con Guarro, il centrocampista del Poggibonsi Dall’Ara resta a terra, ma almeno dalla tribuna non si ha la sensazione dell’intervento da rosso diretto nei confronti del numero tre della Nocerina, che deve abbandonare il rettangolo a sette minuti dal triplice fischio. L’incontro è incanalato verso il pareggio.

 

Cavallaro super, bene anche Olorunleke

TERRACCIANO P. 6,5 – Un autentico inizio choc, con un pasticcio che rischia di mettere gli attaccanti del Poggibonsi nelle condizioni di realizzare il vantaggio. Si riscatta ampiamente all’inizio della ripresa.
TOMACELLI 6 – A tratti in affanno, il ventiduenne esterno destro della retroguardia della Nocerina. Strappa la sufficenza, pur soffrendo in alcuni momenti la verve del Poggibonsi.
GUARRO 6 – Si ha la sensazione, dalla tribuna, di un provvedimento di espulsione troppo severo a suo carico.
GIRALDI 6 – Pur non brillando, offre comunque il suo aiuto in mediana.
OLORUNLEKE 6,5 – Efficace nel suo contributo nel cuore della retroguardia, anche se in presenza ancora di qualche limite a livello di condizione.
TERRACCIANO M. 6,5 – Anche per l’esperto componente della difesa, una prova di pregio. Insieme con i compagni di reparto prende le misure ad Alteri.
DE ROSA 7 – Senza dubbio tra i migliori. Realizza una rete capolavoro.
IANNINI 6 – Lá in mezzo si distingue per i palloni recuperati, ma non è sempre preciso nelle fasi di manovra e di appoggio.
PALUMBO 6 – Sembra muoversi più come una pedina al servizio dei compagni, che non come un attaccante di razza.
CAVALLARO 7 – Un’autentica spina nel fianco per la difesa del Poggibonsi.
BABATUNDE 7 – Il nigeriano ha saputo tenere a lungo in apprensione la difesa del Poggibonsi.
GAETA 6 – Subentra a Palumbo. Sufficientela sua prova nella mezz’ora conclusiva.
IANNELLI SV – Senza voto.
RICCIO SV – Senza voto.


Paolo Bartalini, La Città

Back to top button