Ultime news

Padalino scuote la squadra rossonera

    POGGIBONSI. Brutta partita, buon punto. Il commento di Padalino è diretto: importante è muovere la classifica in attesa del recupero di tutte le forze a disposizione. Il tecnico è anche protagonista di un curioso siparietto con l’allenatore del Poggibonsi Aldo Firicano. I due tecnici sono stati compagni di squadra con la maglia della Fiorentina sul finire degli anni Novanta. Qualcuno non esita a lanciare l’assist (“Vi conoscete?”, chiede) e gli antichi componenti della coppia centrale difensiva gigliatasi affrettanoa raccoglierlo. I due tecnici si abbracciano e poi Padalino aggiunge, rivolto amichevolmente a Firicano: “Dovresti prenderti un tranquillante, prima di andarein panchina”. Firicano sorride. E’ giá l’ora del botta e risposta del dopo gara. Si è avuta l’impressione di una Nocerina capace, nel primo tempo, anche di raddoppiare. Il tecnico prende per buono il punto: “E’ comunque un punto in trasferta – risponde Padalino -di fronte a una rivale decisa ad allontanarsi dall’ultima posizione e che sta ricevendo la scossa che di solito si manifesta dopo un cambio sulla panchina. Non è stata una bella partita a mio giudizio, da nessuno dei due versanti. Forse nel secondo tempo abbiamo concesso troppo campo e a conti fatti, sul piano del gioco, abbiamo compiuto solo in parte ciò che di solito riusciamo a mettere in evidenza. Possiamo fare di meglio”. Continuano, forse, a pesare le assenze. Padalino non si tira indietro: “Da quando sono arrivato al timone della Nocerina, non ho mai avuto l’opportunitá di lavorare con l’organico al completo. Non è un alibi, ma un dato di fatto. Mi riferisco anche a Giraldi, nostro giocatore di riferimento in mediana. In pratica ha lavorato in gruppo soltanto nella rifinitura, per via degli impegni in nazionale. Può essere una delle cause, certo non l’unica, di una prestazione collettiva non eccellente. Forse nella nuova settimana avrò a disposizione tutti gli effettivi. Vediamo”. Il discorso si sposta sull’espulsione di Guarro:”Voi parlate di tirata di orecchie – risponde Padalino – ma dal mio punto di vista posso dire cheGuarro era entrato sul pallone. Così ho valutato dalla panchina”. La sostituzione di Cavallaro, uno dei più efficaci della Nocerina, è apparsa forse affettata. Non è dallo stesso avviso il tecnico: “Cavallaro aveva dato tantissimo e mi è sembrato giusto effettuare il cambio. Tanto più che l’incontro era prossimo a incanalarsi verso il risultato di paritá”. E sul mercato non si tira indietro, il tecnico sta giá valutando alcuni elementi che possono fare al caso dei rossoneri: “Insieme con la societá, stiamo lavorando per prendere in esame le varie alternative. Non solonel reparto difensivo, ma anche in altri settori dello scacchiere, in vista dell’apertura delle liste ditrasferimento di gennaio”.


    Paolo Bartalini, La Città (foto: Ciro Pisani)

    Back to top button