Ultime news

Camorani e Giuliano, doppio colpo della Nocerina

Giá nel gruppo Gigi Cuomo. Tra qualche ora pure Alfonso Camorani e Giuliano. Aggiungendo i “nuovi” di fatto Vicari e Musacco, Padalino si ritroverá da domani con cinque pedine in più, probabilmente in grado di scendere in campo fin dall’appuntamento di domenica prossima con la Colligiana. Pedine in più ma anche pedine in meno: fermi per squalifica Cavallaro e Giraldi, andato via De Rosa (e con lui Iannelli e Aquino). Difesa rinnovata da subito. Se Padalino dovesse riproporla a quattro, ecco Vicari e Musacco pronti a giocare sulle corsie laterali con Cuomo chiamato ad accompagnare Mario Terracciano, che al momento resterebbe l’unico “reduce” dei titolari di retroguardia della prima parte di stagione. Per l’ex Scafatese, in veritá, esiste qualche richiesta, continua a cercarlo il Vico Equense. Considerando la ripresa non proprio veloce di Olorunleke a livello di ritmo partita e le indecisioni che hanno caratterizzato qualche esibizione dei centrali più giovani, Terracciano resta una garanzia, al di lá delle voci di mercato che continuano a segnalare il possibile arrivo di Mandorlini (Gallipoli). Nello scenario, del tutto parziale e provvisorio, Giuliano (dal Pro Vasto) diventa una sorta di jolly difensivo di ottimo rincalzo, essendo in grado di ricoprire sia ruoli esterni sia ruoli centrali. E a centrocampo? Il conto alla rovescia per vedere subito in allenamento e all’opera Camorani ha un senso. Padalino domenica si ritroverá con Giraldi squalificato e Serrapica ancora fuori per infortunio. Accanto a Iannini, insomma, serve subito l’ex Salernitana, che nell’avventura del girone d’andata col Cassino ha giostrato proprio in posizione centrale. A Camorani arruolato, non ci sará bisogno di soluzioni d’emergenza (maglia da titolare per il ’93 Lettieri o per Iovine che viaggia verso l’addio). Più complicato, restando alla stretta attualitá di campionato, trovare un sostituto per capitan Cavallaro. Così complicato, a De Rosa partito, che non va affatto trascurata l’ipotesi di un 3-4-3 che possa permettere a Musacco di avanzare nel raggio d’azione e di mettere un attaccante (Babatunde) come esterno alto. Tra tattica, formazione e mercato: Nocerina così sospesa, come tutte le realtá che han scelto di rinnovare parecchio i ranghi. Sospesa soprattutto nel comparto avanzato. Proseguono i tentativi per chiudere uno tra Franciel e Ceccarelli. Prosegue pure il lavoro di convicimento verso Eliakwu. Sotto osservazione l’evolversi della situazioni di Scafatese e Catanzaro per vecchi pallini tipo Pignatta e Caputo. E poi c’è il centravanti maliano di grossa stazza Konte (ex Potenza, Turate e Bitonto) in prorogabile regime di prova.


fonte: Marco Mattiello, LA CITTA’

Back to top button