Ultime news

Nocerina a caccia del colpo esterno

Il viaggio al Nord prosegue con la tappa a San Giovanni Valdarno. Mettendo da parte il rimpianto per l’occasione da tre punti persa mercoledì a Ferrara, cercando quel guizzo in trasferta che potrebbe significare classifica migliore ed entusiasmo in crescita. Come se la giocherá Pasquale Padalino adesso che ha ampio materiale di scelta in ogni reparto ? Indizio da rifinitura del sabato. Potrebbe esserci un nuovo cambiamento di modulo, passando dal 3-4-3, scelto nelle ultime tre uscite, al classico 4-4-2. Chissá . L’indizio però c’è. Si tratta di capire se si trasformerá, dall’inizio contro la Sangiovannese, in reale riposizionamento di uomini sul rettangolo di gioco. Oltre al modulo, in programma avvicendamenti iniziali per dare respiro qualcuno, tre partite in sette giorni è roba insolita per il calcio di Lega Pro, avendo rosa fornitissima è opportuno intervenire. Candidati ad entrare o a rientrare nell’undici di partenza: Guarro, Camorani, Cavallaro e probabilmente Rana. Tornando alla difesa a quattro, coppia centrale con Giuliano e Cuomo, abbassando Vicari a destra e forse scegliendo un attimo di tregua per Musacco, in tal caso dentro Guarro. Panchina per Mario Terracciano, rinviata di qualche ora la definizione del suo passaggio al Monopoli, roba che comunque si fará. A centrocampo, capitan Cavallaro di nuovo capitano a sinistra, Camorani al rientro dalla squalifica pronto a rilevare Giraldi ed a giocare accanto a Iannini, lato destro per Gaeta almeno per la prima parte (nella seconda potrebbe esserci giá spazio per l’ultimo arrivato Margarita). Qualche dubbio in più per la composizione dell’attacco. Tre uomini in lotta per due maglie da titolari. Si accomoderá in panca uno tra Palumbo, Rana e Babatunde. All’andata la Sangiovannese, squadra secondo i numeri del girone praticamente abbonata ai pareggi, tirò lo sgambetto, vincendo al San Francesco. La Nocerina reagì alla grande sette giorni dopo, andando a vincere in quel di Lucca. Adesso non c’è tempo di aspettare una nuova Lucchese, super capolista che arriverá a Nocera domenica prossima. Adesso, magari, è tempo di dimostrare che la bella prova con la Colligiana e pure quella discreta con rimpianto contro la Giacomense significano davvero squadra con spirito ed impronta diversa rispetto al recente passato. La probabile formazione: Terracciano P.; Vicari, Giuliano, Cuomo, Guarro (Musacco); Gaeta, Camorani, Iannini, Cavallaro; Palumbo, Rana (Babatunde).


fonte: Marco Mattiello, La Città (FOTO: Carmine Apicella)

Back to top button