Ultime news

Lucchese in leggero calo, è bagarre in coda

Ottava giornata di ritorno nel campionato di Lega Pro Seconda Divisione. Nel girone B, quello che seguiamo con maggior interesse, derby in trasferta per la capolista Lucchese, impegnata a San Giovanni Valdarno contro la locale squadra toscana reduce dal successo di misura (1-0) di sette giorni fa a Bellaria, terzo risultato utile consecutivo. La squadra di mister Favarin è invece in leggero calo (un punto nelle ultime due partite, conquistato al “Porta Elisa” domenica scorsa contro il Gubbio) ma tuttavia ha ancora un ampio margine di vantaggio (+7) sul Fano secondo in classifica. Lucchese che però dovrà fare risultato per evitare realmente di riaprire un campionato che finora non ha avuto storia. I marchigiani invece, reduci dall’importante successo casalingo contro il San Marino, saranno di scena a Vasto contro una compagine, quella abruzzese, vogliosa di riscattare l’amaro ko di sette giorni fa nel derby abruzzese con il Celano e di far punti per abbandonare la zona play-out. Proprio il Celano, in serie positiva da quattro turni, sarà impegnato in trasferta contro il San Marino, reduce da due sconfitte consecutive che sono costate il terzo posto alla squadra allenata dall’ex milanista Chicco Evani. Match sulla carta agevole per il Prato, che ospiterà al “LungoBisenzio” un Bellaria in piena crisi e capace di conquistare un solo punto nelle ultime cinque partite, scivolando così in quart’ultima posizione a pari punti con la Pro Vasto. Gara casalinga anche per il Gubbio, che vuole tornare a vincere al “Pietro Barbetti” dopo l’inatteso ko di due settimane fa con il Bassano. Una vittoria potrebbe permettere agli umbri di scalare qualche posizione in classifica, avendo infatti gli uomini guidati dall’ex nocerino Torrente un punto in meno del San Marino, quarto, e due in meno del Prato, terzo. Trasferta lunghissima, invece, per la Nocerina di Pasquale Padalino, impegnata a Gradisca d’Isonzo contro l’Itala San Marco reduce dalla sconfitta in casa del fanalino di coda Colligiana. Ultima chiamata in chiave play-off per i rossoneri, che arrivano in Friuli dopo il pareggio interno con il Prato: per continuare a sognare un posto tra le prime cinque i molossi dovranno a tutti i costi centrare i tre punti contro Zubin e compagni, per poi ripetersi otto giorni dopo nel posticipo in programma al “San Francesco” contro il Gubbio. Impresa tutt’altro che semplice, ma da compiere ad ogni costo per continuare a sperare in qualcosa di più di una tranquilla salvezza. Anche per i friulani match da non fallire per non perdere ulteriore contatto con la zona play-off, ora distante quattro punti. Tre vittorie e due pareggi nelle ultime cinque giornate per la Giacomense, risalita alla grande in classifica ed ora a +3 sulla zona play-out. I romagnoli ospiteranno un Bassano in un discreto stato di forma e reduce da due vittorie consecutive. Chiudono il quadro di questo venticinquesimo turno due scontri salvezza: Poggibonsi-Carrarese, con la squadra dell’ex molosso Firicano che in caso di vittoria scavalcherebbe proprio quella romagnola, e Colligiana-Sacilese, con i toscani intenzionati a bissare il successo casalingo di sette giorni fa con l’Itala per continuare a sperare nella salvezza, mentre i friulani del tecnico ex Nocerina Agostini dovranno tornare a far punti dopo quattro sconfitte consecutive per evitare di finire in piena zona play-out.


Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it

 

Back to top button