Ultime news

Separazione Citarella-Cannella

Tre mesi. E’ andata così: matrimonio breve. Dopo il mercato, la separazione. Nessun accenno ufficiale, nessun annuncio. Ma quella che giá da spettatori dell’amichevole del giovedì era apparsa separazione fisica, Giovanni Citarella in tribuna col fratello Cristian ed il dirigente Federico Marrazzo mentre nei Distinti Ospiti era posizionato Peppe Cannella, ieri è parsa separazione reale: la consulenza di Cannella è terminata. In attesa di spiegazioni, la constatazione che nulla c’entra col rapporto amichevole tra i due, in vigore da decenni: è finito il rapporto calcistico tra Citarella e Cannella senior, di conseguenza finito pure quello con Cannella junior (il nipote che negli ultimi tempi aveva avuto compiti da team manager). Un mese. E’ andata bene. Tirato il sospiro di sollievo, alla voce attaccanti. L’intervento per Babatunde, ieri a Roma da Mariani, si è risolto senza ulteriori complicazioni. Mariani, così ha spiegato al direttore sportivo Guglielmo Accardi via telefono ad operazione terminata, è intervuto a suturare una lesione al menisco del ginocchio sinistro. Per Babatunde, insomma, non c’è stato il temuto danno al crociato anteriore, roba che avrebbe mandato in archivio la stagione dell’attaccante nigeriano. Mariani ha anche riscontrato un vecchio trauma al crociato posteriore ma non ha ritenuto di intervenire su tale trauma “consolidato”. Tra un mese, dunque, Babatunde nuovamente a disposizione di Padalino, che per le scelte immediate dell’attacco, giá a Bellaria, avrá comunque possibilitá di una certa consistenza. Con la conferma del 4-3-3 provato e riprovato, il tecnico pugliese può partire col trio Rana-Palumbo-Cavallaro riservandosi a partita in corso d’intervenire con l’appena arrivato Pignatta. A proposito di scelte per Bellaria, sembra non farcela Musacco, che ha saltato gli ultimi allenamenti causa febbre. Assenza che si aggiunge a quelle degli squalificati Camorani, Iannini e Giuliano (oltre all’infortunato Babatunde). Due soluzioni per rimpiazzarlo: Guarro e Tomacelli, provati tutti e due nel test infrasettimanale. Favorito Guarro.


fonte: Marco Mattiello, La Città (FOTO:ciro pisani)

Back to top button